Politica

Von der Leyen: “Migranti, aboliremo il sistema di Dublino”


L’Europa scommette sulla ripartenza post-Covid. Un’Europa più verde con una nuova governance sugli immigrati che in qualche modo archivia il regolamento di Dublino, con un vertice mondiale della sanità che sarà l’Italia ad ospitare l’anno prossimo. Sono alcuni dei punti contenuti nel discorso sullo stato dell’Unione, il primo dal suo insediamento tenuto stamattina dalla Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

Posso annunciare che aboliremo presto il regolamento di Dublino sui migranti“, afferma la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, aggiungendo che “è ora di esprimere davvero un forte meccanismo di solidarietà nell’accoglienza” mentre con il sistema attuale, quasi tutte le responsabilità sono lasciate ai Paesi di frontiera dell’Unione come l’Italia e la Grecia.


L’altro tema che guida il primo discorso dell’Unione dell’ex ministro del governo Merkel, è la lotta al Coronavirus. “Abbiamo bisogno di una Unione sanitaria dei ventisette“, afferma Ursula von der Leyen, aggiungendo di avere concordato con il Premier Conte un vertice mondiale sulla sanità da tenere in Italia l’anno prossimo. Per uscire dall’emergenza bisognerà comunque lavorare sull’economia, la Presidente della commissione propone di introdurre il salario minimo in tutti i Paesi dell’Unione e di destinare una parte corposa del Recovery Fund al piano ambientale e all’innovazione digitale.

Temi strategici per la prossima generazione“, afferma, citando ancora una volta il nostro Paese per dire che la volontà di non arrendersi davanti agli ostacoli è stata ben rappresentata dalle due ragazze di Finale Ligure, Carola e Vittoria, che hanno continuato a giovare a tennis, dai tetti di casa, durante il lockdown.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *