Vicenzi porta la sostenibilità nelle case di 300 famiglie e coinvolge gli studenti in una missione segreta


1 Dicembre, San Giovanni Lupatoto – parte il progetto pilota per migliorare gli stili di vita domestici. Teacher di sostenibilità Tessa Gelisio
 

San Giovanni Lupatoto, 1 dicembre 2021 – Operazione sostenibilità. La vision ecologica del Gruppo Vicenzi esce dalle mura aziendali ed entra nelle case di quasi 300 famiglie del territorio scaligero. Durante le vacanze di Natale, circa 300 giovani ‘agenti’ affronteranno 1 missione segreta, armati di penna e diario. A San Giovanni Lupatoto, privato e pubblico danno vita ad un progetto pilota per il monitoraggio delle abitudini ‘sostenibili’ e degli stili di vita. Partendo dal basso, saranno infatti gli studenti delle scuole secondarie di primo grado ad ‘indagare’. Testimonial d’eccezione e teacher di sostenibilità, la green influencer Tessa Gelisio.  

Giovani che passano il testimone ad altri giovani. Sono stati gli 8 nipoti (Ginevra, Giacomo, Pietro, Lorenzo, Mattia, Benedetta, Chiara e Francesca, dai 12 ai 20 anni) del presidente Giuseppe Vicenzi a firmare, quest’anno, la lettera di presentazione del Rapporto di Sostenibilità 2020. Non un ingresso nel business aziendale, ma la volontà di affiancare il ‘nonno’ nella promozione dei valori fondanti del Gruppo, di fronte alle nuove generazioni. 

I temi della sostenibilità ambientale, del benessere delle persone, del rispetto per le risorse ambientali e per gli animali, dell’economia circolare diventano, quindi, centrali e si affiancano a qualità, eccellenza ed italianità dei prodotti, passione per la pasticceria che, da sempre, sono i pilastri del gruppo dolciario veronese. Da lì l’idea di coinvolgere i loro coetanei. È stato realizzato quindi un diario che, nel mese di dicembre, verrà consegnato a circa 270 studenti che vivono nel territorio dove è nata l’azienda di pasticceria. Partner il Comune di San Giovanni Lupatoto, che ha patrocinato il progetto, in linea con le azioni di tutela ambientale ed ecologia portate avanti dall’Amministrazione, e ha coinvolto 9 classi prime e 2 seconde delle scuole medie Marconi, De Gasperi e Leonardo Da Vinci degli Istituti Comprensivi 1 e 2.
 

Gli studenti, dopo aver affrontato in classe una lezione ad hoc, inizieranno la missione top secret, che verrà svelata una volta portata a termine. Quattro gli ambiti che verranno approfonditi, equivalenti alle sfere di attenzione del Rapporto di Sostenibilità Vicenzi. Packaging sostenibile, che diventa per i ragazzi una riflessione sull’abbigliamento; materie prime certificate, quindi alimentazione; energia, acqua e rifiuti, ossia lo spreco domestico; trasporti e logistica, che corrispondono agli spostamenti quotidiani. 

Un ritorno al passato, per guardare al futuro. Il diario volutamente non sarà digitale, anche se riserverà delle sorprese virtuali, ma prodotto su carta ‘Freelife Cento’, realizzata interamente con materie prime riciclate, di Fedrigoni, altra azienda locale. 

Ed è solo l’inizio del progetto. Con il nuovo quadrimestre entrerà in campo Tessa Gelisio, volto televisivo, professionista da tanti anni impegnata per la sostenibilità e la tutela dell’ambiente. Sarà lei a chiamare a raccolta gli studenti che da Agenti assumeranno il compito di Ambasciatori.  

“I nostri valori – sottolinea il presidente Giuseppe Vicenzi – sono da 115 anni quelli tipici di un’azienda familiare: la passione, l’eccellenza delle materie prima, lo stretto rapporto con il territorio. Non ci limitiamo a creare prodotti, per quanto di altissima qualità, ma crediamo nel ruolo dell’azienda Vicenzi all’interno dei luoghi dove è nata e cresciuta e per essere un esempio anche di un nuovo made in Italy nel mondo”. 

“Un progetto che mette in rete scuola, territorio e istituzioni, un’iniziativa che incarna i valori fondanti della nostra azienda – afferma il direttore generale del Gruppo Vicenzi Filippo Ceffoli -. Vicenzi ha un’anima familiare, anche se ora esporta in 110 Paesi del mondo e conta 365 dipendenti. L’attaccamento sia al territorio che alle persone è rimasto centrale, così come l’attenzione alla qualità dei prodotti, alle materie prime e l’impegno per l’ambiente. Una visione, sempre più sostenibile, che guarda al futuro. L’obiettivo è di sensibilizzare non solo i ragazzi, che sono già attenti, ma gli adulti che gravitano attorno a loro. I nipoti del Presidente Giuseppe Vicenzi, che hanno dai 12 ai 20 anni, hanno firmato la presentazione del Rapporto di Sostenibilità: questo progetto rappresenta un coinvolgimento diretto della loro generazione e un incoraggiamento ulteriore a tenere alta l’attenzione”. 

“Il diario seguirà i quattro ambiti del Rapporto di Sostenibilità Vicenzi, rivisti per essere affrontati dai ragazzi, che, in famiglia, saranno chiamati ad essere degli agenti segreti – sottolinea il direttore Marketing del Gruppo Vicenzi Cristian Modolo -. Questo nella prima parte del progetto, perché poi grazie al coinvolgimento di Tessa Gelisio, diventeranno dei veri e propri ambasciatori, per promuovere le buone pratiche all’interno delle mura domestiche. Dopo questa prima edizione ci piacerebbe portare il progetto in altri Comuni, coinvolgendo più giovani possibili. Non solo a Verona, quindi, ma anche a Nusco, in provincia di Avellino, dove abbiamo un altro importante stabilimento”.  

“Quando io andavo a scuola e parlavo di sostenibilità mi guardavano come un’aliena – racconta Tessa Gelisio, conduttrice televisiva e green influencer -. Oggi, per fortuna, siamo tutti alieni e, affrontare questi temi, è diventata la normalità. Per me è un onore aiutare i giovani in un percorso che ho iniziato anni fa e che continuo a portare avanti, un cammino ‘ecocentrico’ che non finisce mai. Persone e aziende devono essere in costante miglioramento delle proprie performance ambientali. Sulla terra siamo circa 8 miliardi di individui, e 8 miliardi di azioni quotidiane e di comportamenti sostenibili farebbero la differenza. Ecco perché è importante aiutare questi ragazzi a fare passi in avanti: sono consapevoli dei problemi e dei cambiamenti ambientali, della gravità e dell’urgenza di intervenire, bisogna aiutarli a mettere in pratica questi principi. E questo progetto è una importante occasione di formazione: consapevoli dell’impatto ambientale di ciascuno, lavoriamo insieme per ridurlo il più possibile”. 

“È un progetto molto bello – interviene il sindaco di San Giovanni Lupatoto Attilio Gastaldello -, particolarmente attuale che coniuga i valori dell’ambiente con l’esigenza di coinvolgere i ragazzi e il mondo della scuola. Mi riempie di soddisfazione che questo progetto nasca da un’azienda lupatotina, un Gruppo che ha esportato nel mondo i prodotti dolciari della tradizione locale. Ringrazio per questo il presidente Giuseppe Vicenzi e mi congratulo con tutto lo staff della Vicenzi Group nella convinzione che il progetto diventerà trainante per molte altre iniziative sulla sostenibilità”. 

“Il progetto di sostenibilità proposto dal gruppo Vicenzi, del quale siamo partner – conclude l’assessore comunale all’Istruzione Debora Lerin -, vuole esprimere l’indirizzo di questa Amministrazione verso un futuro più sostenibile grazie alla collaborazione di aziende virtuose e concrete nel settore. Le Direzioni Scolastiche hanno accolto favorevolmente il progetto e parteciperanno alla missione circa 300 studenti che diventeranno ambasciatori della sostenibilità. Per essere coinvolti in un percorso di partecipazione attiva a favore dell’ambiente, le ragazze e i ragazzi dell’età scolare hanno bisogno di esempi concreti e di stimoli sempre nuovi. Questo progetto è un’opportunità di crescita che, oltre ad avere una funzione didattica, sarà sicuramente un momento divertente per i nostri studenti”. 

Rapporto di Sostenibilità. L’attenzione alla comunità dei consumatori parte dalla selezione delle materie prime, cui il gruppo, ha deciso di dare una connotazione ancora più tipica come base di prodotti di origine italiana. È il caso dei Savoiardi VicenzOVO che contengono uova, farina e zucchero 100% italiani oppure dei Bocconcini al latte e dei Bocconcini all’albicocca contenenti latte ed albicocche con origine italiana garantita. In più, Vicenzi ha assunto l’impegno di utilizzare esclusivamente materie prime non geneticamente modificate. La ricerca di materie prime eccellenti si sposa con una produzione interamente realizzata in Italia. Oltre al meticoloso approccio alla qualità dei prodotti, si traduce anche nella particolare attenzione riservata alla selezione degli imballaggi. Quelli utilizzati da Vicenzi sono composti prevalentemente da astucci in carta e cartone (70%), vaschette di plastica (23%) e confezioni di latta (7%). Vicenzi nel 2020 ha proseguito nel percorso di conversione delle vaschette in plastica arrivando a quasi il 100% in PET (nel 2019 il volume di PET si attestava all’80% ed il restante 20% era rappresentato da polistirolo) con un progetto specifico dedicato ai prodotti Grisbì e Minisnack. La carta certificata FSC è proveniente da foreste gestite responsabilmente per le Fruttizie, nella nuova confezione con materiale 100% riciclabile per il Pan di Spagna e negli imballaggi realizzati al 100% con carta riciclata e vaschette monomateriale. 

Fattoretto srl
 

https://fattoretto.agency
 

UFFICIO STAMPA DEL GRUPPO VICENZI
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Immediapress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.