Venetico ricorda Viviana e Gioele, il marito: “Vogliamo la verità”


“Questa sera siamo qui per dire che vogliamo verità e giustizia perché quello che ha detto la Procura per noi non esiste”. Sono le parole di Daniele Mondello, il marito della deejay Viviana Parisi e padre del piccolo Gioele di 4 anni, morti un anno fa Caronia (Messina). Per l’anniversario della scomparsa di Viviana e del bimbo, poi ritrovati separatamente a distanza di giorni, Daniele Mondello, ha organizzato alla Villa comunale di Venetico una manifestazione per ricordare la deejay e il bimbo. Nei giorni scorsi, la Procura di Patti, guidata da Angelo Vittorio Cavallo ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta. Secondo i magistrati la donna avrebbe prima ucciso il figlio e poi si sarebbe tolta la vita lanciandosi da un traliccio, dove è stata rinvenuta la sera dell’8 agosto, cinque giorni dopo la sua scomparsa.  

Sul palco decine di palloncini bianchi con un pallone dorato e uno rosso al centro con le fotografie di Gioele e Viviana. Decine i cittadini che venuti a rendere omaggio alla donna e al bambino. “Sono molto felice che tanta gente mi sia vicino – dice parlando con i giornalisti- Anche dai social ho ricevuto messaggi da tutta Italia. Dopo un periodo di chiusura sono entrato in studio e finalmente ci sono riuscito, ho fatto una melodia e pian piano ho creato il disco per Viviana e Gioele con un mio amico”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *