Vaccino Johnson & Johnson, Figliuolo: “Arriva nella seconda metà di aprile”


Il vaccino anti Covid “Johnson & Johnson arriverà nella seconda metà di aprile, con una quantità limitata che poi andrà aumentando tra maggio e giugno”. Così il commissario per l’emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo, dopo essere stato vaccinato con AstraZeneca alla Cecchignola. “Il vaccino è andato benissimo, organizzazione perfetta, non potrei dire diversamente dato che questo centro l’ho ideato io con la mia squadra. Abbiamo fatto l’AstraZeneca ed eccoci qua” ha detto Figliuolo.
 

“Per gli arrivi dei vaccini ci siamo – ha sottolineato – ed è confermato l’arrivo per fine mese di 7 milioni di vaccini a fronte dei 6 milioni e mezzo circa di febbraio e gennaio. Quindi c’è una forte accelerazione”. 

“Il nostro obiettivo – ha spiegato – è raggiungere le 500mila vaccinazioni al giorno dalla terza settimana di aprile”. “Abbiamo avuto una battuta d’arresto con la sospensione di AstraZeneca per 4 giorni, ma già da ieri stiamo recuperando – ha aggiunto – e ora ci sarà una forte accelerazione”. L’obiettivo è arrivare all’80% di immunizzati “entro fine settembre”. 

Rinunce alla vaccinazione con AstraZeneca? “In alcune regioni è al 20% e in altre è zero, non ci sono state affatto” ha detto il commissario straordinario. “A ieri avevamo un 20 per cento in meno su qualche regione, qualche altra al 10 per cento, molte regioni come il Lazio non hanno avuto neanche una rinuncia – ha precisato Figliuolo – Mi fermo qua però, sono stime. L’obiettivo è 500mila vaccini dalla terza settimana di aprile, poi se siamo ancora più bravi cercheremo di incrementarli ancora più avanti”. 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.