Un altro Gheddafi a capo della Libia? Il figlio del colonnello vuole candidarsi alle elezioni


Saif al-Islam Gheddafi, secondogenito del Colonnello, ha confermato al Times la volontà di correre per le presidenziali a dicembre. Potrebbe scontrarsi con un altro “figlio d’arte”, quello del generale Haftar.

Un Gheddafi di nuovo presidente della Libia? Difficile, ma forse non impossibile, stando al quotidiano britannico The Times. La testata con sede a Londra è stata infatti in grado di confermare con il diretto interessato l’intenzione di Saif al-Islam Gheddafi, secondogenito del colonnello al potere per oltre 40 anni, tra il 1969 e la rivolta del 2011, di candidarsi alle elezioni presidenziali previste a dicembre. Le consultazioni sono ritenute da alcuni analisti un importante passaggio della transizione avviata con il cessate il fuoco siglato nell’ottobre 2020 e consolidate dall’istituzione, nel febbraio scorso, di un governo unificato sotto l’egida delle Nazioni Unite. Stando al Times, che ha raggiunto al telefono Gheddafi mentre si trovava in un luogo non precisato, il figlio del colonnello avrebbe confermato l’intenzione di provare a diventare presidente, sempre che non venga emanata una legge elettorale che gli impedisca di farlo.

LA RIVALITÀ CON IL FIGLIO DI HAFTAR

Voci che circolano da tempo in Libia, sempre secondo la testata britannica, lasciano intendere che in pochi vedrebbero di buon occhio una sua candidatura. Su tutti il figlio del generale Khalifa Haftar, ex alleato di Gheddafi poi guida dei reparti militari della Cirenaica che hanno cercato di assumere il controllo del Paese almeno a partire dal 2014. Secondo alcune indiscrezioni, l’erede dell’ufficiale, che si chiama Saddam, pure papabile candidato alla presidenza a dicembre, avrebbe perfino provato ad assassinare Saif nei mesi scorsi. Sul figlio di Gheddafi pende un mandato di cattura spiccato dalla Corte penale internazionale con sede all’Aia. L’accusa riguarda presunti crimini contro l’umanità, risalenti all’ultima fase del governo del padre. Tra soli quattro giorni il Tribunale cambierà procuratore capo: inizia il mandato di Karim Khan, ex avvocato proprio di Saif.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Esteri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *