Ucraina, Zelensky ai russi: “Putin vi manda a morire, disertate”


(Adnkronos) –
Vladimir Putin “vi manda a morire”. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un videomessaggio “in russo per i russi”, si esprime così dopo la mobilitazione ordinata dal Cremlino: almeno 300.000 riservisti destinati a combattere nella guerra in Ucraina. ”Non è un caso che la mobilitazione criminale dichiarata dalla Russia sia stata immediatamente definita una tomba dagli stessi cittadini russi. I comandanti russi non si preoccupano della vita dei russi: devono solo riempire gli spazi vuoti lasciati dai soldati russi morti, feriti, fuggiti o catturati”, dice Zelensky. 

”Chi riempirà questi posti, al vostro governo non importa”, ma ”per voi è arrivato il momento chiave: in questo momento si sta decidendo se la vostra vita finirà”, aggiunge il presidente ucraino. 

”Non ricevere una convocazione è meglio che morire in una terra straniera come criminale di guerra. E’ meglio scappare dalla mobilitazione criminale che essere paralizzati e poi rispondere davanti al tribunale per aver partecipato a una guerra di aggressione. Arrendersi alla prigionia ucraina è meglio che morire sotto i colpi delle nostre armi”, prosegue. 

“L’eroismo e il coraggio dei nostri soldati, la voglia di combattere per l’indipendenza e la giustizia, che hanno unito tutto il nostro popolo, non lasciano alcun dubbio sul fatto che l’Ucraina prevarrà e che tutti gli invasori sul nostro territorio saranno definitivamente sconfitti”, conclude. 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Ultima ora