Ucraina, Kiev: “Missili dalla Bielorussia”



Kiev accusa il Cremlino di voler “coinvolgere” l’alleata Bielorussia “nella guerra” in Ucraina. “Massiccio attacco con missili e bombe sul territorio ucraino – afferma l’intelligence militare, secondo quanto riporta Ukrinform -. In particolare bombardieri russi hanno operato direttamente dal territorio della Bielorussia”. “I bombardieri sono partiti dalla base aerea di Shaykovka, nella regione russa di Kaluga – si legge – Poi, dalle regioni di Kaluga e Smolensk sono entrati nello spazio aereo della Bielorussia. Dopo il lancio dei missili sono tornati alla base aerea di Shaykovka, in Russia”. 

“Il bombardamento odierno è – per gli ucraini – direttamente collegato agli sforzi del Cremlino di coinvolgere la Bielorussia come parte della guerra contro l’Ucraina”. In precedenza lo Stato Maggiore di Kiev aveva denunciato che i missili lanciati contro Zhytomyr e Chernihiv sono stati sparati dalla Bielorussia. 

Durante la notte sarebbero stati lanciati 40 razzi sul territorio dell’Ucraina secondo quanto riporta il canale di news Ukraine Now, citando media locali. Le esplosioni sono state avvertite in molte regioni, tra cui Kiev, Chernihiv, Dnipro, Zaporizhzhia, Lviv, Kharkiv e Zhytomir. 

L’amministrazione regionale militare di Kiev, intanto, ha reso noto che sul territorio della regione verrà imposto un coprifuoco, che sarà operativo tutti i giorni dalle 23 alle 5 del mattino. Lo riferisce il canale informativo Suspilne. Il coprifuoco durerà sei giorni, e partirà dal 26 giugno fino al 3 luglio.
 

ATTACCHI AL FRONTE – “Ci sono attacchi su tutta la linea del fronte”. Lo comunica Pavlo Kyrylenko, il governatore della regione di Donetsk, sul suo canale Telegram. “Stanotte, si sono verificati otto attacchi su Mariinka. A Krasnohorivka è stata danneggiata una casa”. “Ad Avdiivka -dice Kyrylenko, è stato danneggiato un ospedale e la parte centrale della città. Attaccate anche le comunità Selydiv e Kurakhiv. A Ivanivka è stata danneggiata un azienda agricola. Attaccato il Distretto di Bakhmut. Un morto e due feriti”. 

L’ARTIGLIERIA A SEVERODONETSK – Attacchi dell’artiglieria a Severodonetsk in Ucraina contro i siti degli stabilimenti Azot e Skloplastyk. A denunciarli è stato il governatore della regione ucraina di Luhansk, Serhii Haidai, parlando di “distruzione ovunque”. Via Telegram fa sapere anche di attacchi aerei a Lysychansk e a Maloryazantsevo, dove è rimasta ferita una madre con due bambini di sei e dieci anni.  

MISSILI SU DIVERSE ZONE DEL PAESE – L’esercito russo ha sferrato oggi attacchi missilistici contro diverse regioni ucraine, alcuni dei quali partiti dalla Bielorussia. Secondo quanto riporta l’agenzia stampa ucraina Unian, sono stati lanciati missili contro Khmelnytsky, Leopoli, Mykolaiv, Zhytomyr e Chernihiv. Secondo lo stato maggiore di Kiev, i missili contro Zhytomyr e Chernihiv sono stati sparati dalla Bielorussia. La regione di Dnipropetrovsk è stata bersagliata dall’artiglieria e la regione di Mykolaiev è sotto pesante attacco.
 

Gli ucraini denunciano un “massiccio attacco missilistico” contro la città di Mykolaiv. Attaccati – secondo Nataliia Humeniuk, portavoce del Comando Operativo Sud, in collegamento con i canali locali – l’infrastruttura del porto, quartieri residenziali, zone frequentate da civili.  

Sotto attacco anche la regione di Zhytomyr, dove un soldato ucraino è morto e un altro è rimasto ferito. Lo ha riferito il governatore della regione, Vitalii Bunechko. “Trenta missili sono stati lanciati contro il territorio della nostra regione”, ha fatto sapere attraverso i canali social. Segnalati danni a strutture militari. 

Colpita anche una struttura militare nel distretto di Yavoriv, a ovest di Leopoli come denuncia il governatore della regione, Maksym Kozytskyi, che – riporta Ukrinform – ha riferito di sei missili lanciati dal Mar Nero, due dei quali sono stati abbattuti. “Purtroppo quattro hanno colpito l’obiettivo”, ha aggiunto precisando che ci sono stati quattro feriti. 

LE VITTIME TRA I BAMBINI – Sono almeno 339 i minori rimasti uccisi dall’inizio dell’attacco russo all’Ucraina. Lo rende noto l’ufficio del procuratore generale dell’Ucraina, come riporta The Kyiv Independent. I feriti sono 611. 

L’ALLARME PER MARIUPOL – “La situazione umanitaria precipita” avverte il consigliere del sindaco di Mariupol, Petr Andryuschenko. “Oltre alla carenza dell’acqua, sta peggiorando la situazione relativa al cibo, causata in parte dalla diminuzione degli aiuti umanitari, in parte dal rientro in città delle persone dai villaggi vicini, in cui gli aiuti umanitari non erano proprio previsti. Ci sono file di migliaia di persone, e carenza di cibo”.  

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Ultima ora