Ucraina, boom di ricavi da export in Ue per Mosca


Le importazioni dell’Unione europea dalla Russia sono aumentate del 78,9 per cento in termini di ricavi, nei primi sei mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, malgrado le sanzioni introdotte da Bruxelles dopo l’inizio dell’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio, ha calcolato Eurostat.  

Tale andamento si spiega con l’aumento dei prezzi di gas e petrolio. La Russia è stata in questo periodo il terzo Paese per importazioni all’Ue, dopo la Cina e gli Stati Uniti, con forniture pari a 120,4 miliardi di euro.  

Le importazioni di petrolio sono aumentate, in termini di spesa, del 70 per cento, a 52 miliardi di euro, quelle di gas del 240 per cento, a 24 miliardi di euro, il carbone del 170 per cento a 4,9 miliardi di euro importati dall’Ue. 

Il volume totale di petrolio e carburanti è tuttavia diminuito di più della metà, vale a dire di 500 milioni di barili al giorno da febbraio, raggiungendo i 7,4 milioni di barili al giorno a luglio (fonte Kommersant). Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia, la produzione di greggio in Russia aumenterà il prossimo anno. Le sanzioni occidentali hanno un impatto limitato considerati gli acquirenti asiatici che hanno compensato aumentando gli acquisti.  

Le esportazioni dell’Unione europea in Russia nei primi sei mesi dell’anno sono invece crollate del 30,4 per cento per assestarsi a 29,8 miliardi di euro nei primi sei mesi dell’anno, sempre secondo Eurostat (dall’inizio della guerra la Russia non pubblica più i dati dell’agenzia di statistica).  

Secondo anticipazioni trapelate dal ministero dell’Economia a Mosca, ci si aspetta che i proventi delle esportazioni di prodotti energetici quest’anno aumenteranno di quasi 100 miliardi di dollari per raggiungere i 338 miliardi a fine anno, con un balzo di più di un terzo rispetto ai 244 miliardi dello scorso anno. Il prezzo del gas, secondo le proiezioni di Mosca, dovrebbe in media più che raddoppiare quest’anno a 730 dollari per mille metri cubi, prima di tornare a scendere gradualmente fino alla fine del 2025.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Esteri Ultima ora