Travaglia (ceo Nestlé Italia): ‘Dato cibo non salutare di Ft ingannevole’


Il dato del 60% indicato dal documento citato dal Financial Times circa prodotti non salutari di Nestlé “é completamente misleading”
dato che non comprende un ulteriore 50% dei prodotti del marchio quali caffé, cibo per cani e gatti e alimenti per bambini: la precisazione giunge dal presidente e ceo di Nestlé Italia e Malta Marco Travaglia che indica come “il numero corretto è meno del 30% del nostro portafoglio che sarebbe ‘non sano’: di fatto sono categorie come cioccolato e gelati, per natura categorie ‘indulgent’ (cibi ‘golosi’ n.d.r.) su cui noi stavamo facendo una riflessione e su cui dobbiamo continuare a lavorare”. 

“Il tema è continuare a cercare di migliorare il contenuto di grassi e zuccheri” negli alimenti, ha spiegato il ceo; “noi abbiamo ridotto il contenuto di zuccheri e sali negli ultimi dieci anni di circa tra il 14 e il 17%”. Ma, ha proseguito, “al di là del nostro impegno sul miglioramento nutrizionale, se vi sono difficoltà oggettive a migliorare il portafoglio ‘indulgent’ ce le abbiamo noi e ce l’ha tutta l’industria”.  

La questione riguarda molto l’educazione nutrizionale e la consapevolezza di ognuno. Come a dire che “noi – ha osservato Travaglia – potremmo fare anche una pizza senza sale ma poi se non viene comprata perché sa di carton gesso” il problema non si risolve. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *