Torino, un edificio residenziale si trasforma in “Museo d’arte”


A Torino un edificio residenziale si trasforma in un museo d’arte.

Dipinti, sculture ed arte di ogni tipo è esposta nelle aree comuni un edificio in un quartiere popolare di Torino, esattamente in Via della Fucina, 16; zona Aurora, quartiere di Porta Palazzo.

Trasformare uno spazio abitativo in una galleria espositiva aperta a tutti è l’idea di un collettivo di artisti, denominato “Coniglio Viola“. Gli stessi creatori vivono in questo quartiere, volevano infatti ridare vita a un edificio abbandonato da tempo.

Ho suggerito a tutti gli altri residenti e proprietari di utilizzare gli spazi comuni di questo edificio, per metterli a disposizione dei giovani artisti. Li invitiamo a vivere qui per un breve periodo, per trasformare l’edificio in un museo e aprirlo alla città“, spiega Brice Coniglio, artista, ideatore e direttore artistico del condominio-museo.

Vivo in questo edificio da poco più di un anno, e sono arrivato qui quando il processo di rigenerazione avviato da Brice era già iniziato. Infatti, questo è uno dei motivi per cui ho deciso di venire a vivere qui. Quando apro la porta di casa o scendo le scale, mi imbatto in opere d’arte“, specifica Luisella Carnelli, dottore di ricerca in Teoria e storia della rappresentazione drammatica, Master in Imprenditoria dello spettacolo e ricercatrice presso Fondazione Fitzcarraldo.

“Nice neighbors”, un luogo di gentilezza e bellezza uno straordinario condominio/museo

Se le persone non possono andare nei musei e nelle gallerie per apprezzare l’arte, perché non portare loro l’arte e letteralmente a portata di mano? Alcuni artisti che vivono in questo quartiere hanno pensato che fosse una buona idea, un modo per portare gioia dove le persone vivono e per rendere la loro vita più sopportabile durante la pandemia“, spiega Luca Palamara, ex magistrato italiano ex membro del Consiglio Superiore della Magistratura, il più giovane presidente dell’ANM da maggio 2008 a marzo 2012.

È stato lanciato un appello a livello internazionale per partecipare al progetto. Hanno risposto 400 artisti da tutto il mondo, alcuni sono stati poi selezionati dai residenti dell’edificio e da esperti. E la mostra dal titolo “Nice Neighbors” ha visto la luce lo scorso novembre.

In un periodo molto difficile, in cui ognuno di noi dovrebbe restare rinchiuso in casa, abbiamo voluto che la mostra fosse un luogo di gentilezza e bellezza, e quindi d’arte”, riassume Brice Coniglio.

In un momento in cui i musei possono raggiungere il pubblico solo a distanza, questa mostra mette l’arte a portata di mano. Non c’è dubbio che il “Coniglio Viola” potrebbe fare altre iniziative altrove in Italia e in Europa.

Non c’importa tanto di non arrivare da nessuna parte, quanto di non avere compagnia durante il tragitto.” (Anna Frank)

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.