Tokyo 2020, l’America scopre Fontecchio: “Perché non è in Nba?”


L’America scopre Simone Fontecchio. Il 25enne azzurro del basket è stato tra i migliori fin qui nell’Italia che ha staccato il pass per i quarti di finale alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Il pescarese, che ha firmato quest’estate con il Saski Baskonia, si è ritagliato un ruolo da protagonista nella nazionale di coach Meo Sacchetti nelle tre partite finora disputate: 20 punti con la Germania, 22 punti con l’Australia e 12 oggi contro la Nigeria nel match decisivo. Le sue ottime giocate hanno conquistato anche i media statunitensi.  

“Trying to figure out why Simone Fontecchio isn’t in the league”, scrive sui social Tim Reynolds, giornalista che segue il campionato Nba per la Associated Press. Tradotto: sto cercando di capire perché Simone Fontecchio non gioca in Nba”. “Talento eccezionale, specie per la moderna Nba, un lungo che può tirare da tre. Chissà se riceverà delle offerte dopo questo torneo”, gli risponde Omar Mohammed della Reuters. In tanti, non solo italiani, condividono il loro punto di vista sul giocatore, che già da giovanissimo era volato in America per un work-out con i Boston Celtics. Per lui, ora, c’è anche la vetrina dei Giochi olimpici. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Sport Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *