Tokyo 2020, eliminata dai Giochi la prima atleta transgender


Tre tentativi falliti nel sollevamento pesi alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Non ce l’ha fatta Laurel Hubbard , la prima atleta dichiaratamente transgender della storia che compete ufficialmente alle Olimpiadi in una categoria di genere diversa da quella che aveva alla nascita. La donna trans neozelandese, nata 43 anni fa ad Auckland come Gavin Hubbard, ha terminato i Giochi, dopo aver fallito nel tentativo di sollevare 120 kg e dopo due tentativi andati a vuoto di sollevare 125 kg. “Non sono del tutto all’oscuro delle controversie che circondano la mia partecipazione ai Giochi – ha detto Hubbard dopo essere uscita – e per questo voglio ringraziare in particolare il Comitato Olimpico” per aver riaffermato che “lo sport è per tutti, è inclusivo e accessibile”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Sport Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *