Entra in contatto con noi

Cronaca

‘Ti amo Concordato’ parte così la nuova campagna ironica dell’Uaar

Pubblicato

il

“Corsie preferenziali, clientelismo, immoralità, fino all’assenza di tutela per le vittime di abusi (tutela riservata invece all’organizzazione famigerata per gli scandali delle violenze ai danni di minori). Tanti sono i mali derivanti dal Concordato, di cui ricorre in questi giorni l’anniversario. Per ‘celebrarlo’, la nostra associazione ha deciso di metterli in fila: 15 immagini -‘mattonelle’ le abbiamo chiamate- per 15 privilegi di cui la Chiesa gode nel nostro Paese, che diffonderemo sui nostri canali e invitiamo a condividere”. Manuel Bianco, responsabile comunicazione dell’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti (Uaar) e coordinatore della campagna, spiega così le ragioni dell’iniziativa.  

“Il titolo è ironico: rimanda a ‘Ti amo campionato’ di Elio e le storie tese. Nella canzone il gruppo elencava quelle che riteneva storture del campionato, noi invece elenchiamo quelli che per certo sono privilegi di cui la Chiesa cattolica gode (e approfitta) ancora oggi, con il benestare della classe politica. La maggioranza dei cittadini italiani conosce solo l’8×1000, ma la sudditanza dello Stato va ben oltre: la situazione è così grave che o ci si dispera o si cerca di mantenere alto lo spirito. Noi abbiamo scelto la seconda opzione”. 

Le 15 mattonelle ricordano proprio alcuni degli strumenti con cui, secondo l’Uaar, la Chiesa incide sulla vita del Paese: si va dall’insegnamento della religione cattolica alla presenza dei cappellani ospedalieri e militari (con l’Ordinario militare, che percepisce uno stipendio di 126 mila euro l’anno); dai privilegi in materia di rapporti con l’autorità giudiziaria (per cui per esempio il pubblico ministero deve avvisare il vescovo in caso di intercettazione ambientale se la notizia di reato è a carico di un prete) agli ‘angeli custodi’, il gruppo di 150 poliziotti che – a spese degli italiani -garantisce la sicurezza del microstato e via di seguito.  

“Per avere il polso della gravità della situazione -sottolinea il segretario dell’associazione, Roberto Grendene- basti pensare a un fatto di questi giorni: la promozione del ‘brand’ Papa Francesco sulla Rai. Non chiamiamo infatti lo show da Fabio Fazio intervista: nessuna domanda scomoda è stata fatta, abbiamo assistito al solito teatrino che conosciamo, solo che stavolta all’altro capo della scrivania c’era il Papa, Capo di uno Stato che non solo costa quasi 7 miliardi di euro l’anno, ma influenza la vita politico-sociale. E lo fa anche in virtù del concordato”. 

Sbircia la Notizia Magazine unisce le forze con la Adnkronos, l'agenzia di stampa numero uno in Italia, per fornire ai propri lettori un'informazione sempre aggiornata e di alta affidabilità.

Continua a leggere

Coronavirus

Faelli (Entain Italia): “Sport uno dei pilastri del nostro business con inclusione sociale”

Pubblicato

il

(Adnkronos) – “Il CSR Award è un progetto che nasce circa due anni fa. Abbiamo iniziato con delle attività legate soprattutto all’emergenza Covid, ma poi ci siamo orientati molto presto su attività di inclusione sociale attraverso lo sport. Il CSR Award è anche la fine e l’inizio di un processo. E’ la fine di un’attività – svolta nel 2022 – di analisi di decine e decine di progetti che sono arrivati sulle nostre scrivanie, dai quali abbiamo selezionati i dieci migliori sparsi in tutta Italia, che cercano di premiare il valore nel tempo di questa inclusione sociale. E’ anche il punto di partenza, perché da qui questi progetti troveranno realizzazione durante il 2023. Sicuramente faremo una seconda edizione del CSR Award nel 2024”. Lo ha detto il ceo di Entain Italia, Andrea Faelli, a margine della premiazione dei vincitori della prima edizione del CSR Award della Fondazione Entain a Roma. 

“Sport e inclusione sociale sono pilastri dello sviluppo della nostra società- aggiunge Faelli- Credo che la restituzione di parte del valore generato dalle aziende, come quella che gestisco, sul territorio e sulla socialità siano fondamentali. Lo sport per noi è un punto nodale del nostro business, ma anche per la crescita sociale e l’inclusione di chi ha difficoltà a entrare in questo mondo per ragioni sociali, economiche o fisiche”, conclude. 

Continua a leggere

Cronaca

Opening mostra ‘The Dollar Princess’ di Ivo Cotani il 7 dicembre a Spazio Field a Roma

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Spazio Field apre a Roma una nuova stagione nell’ambito del sostegno dell’arte contemporanea, invitando artisti a realizzare opere in relazione alla storia di Palazzo Brancaccio. Ivo Còtani, ha riattraversato le vicende del palazzo, dalla sua costruzione ad oggi, creando un monumentale dipinto di oltre dieci metri, più altri cinque di notevoli dimensioni, raccontando la storia a suo modo, dove passato e presente del palazzo, dei suoi proprietari di ieri e di oggi, viaggiano tutti su un mirabolante ipotetico carro che somiglia a una sfilata festosa. Percorrendo con lo sguardo questo esperimento pittorico di Còtani si ritrovano i dipinti, le leggende, le storie vere e quelle romanzate. La mano dell’artista rimarca un legame con certa pittura italiana degli anni Sessanta, trovando un suo personale sentiero di narrazione. 

Il titolo rende chiaro il ruolo decisivo che la nuova borghesia di fine Ottocento ha avuto nel sostenere e, a volte, salvare una nobiltà senza prospettive. Còtani sa raccontare il gioco e il dramma di una vita nel Palazzo, senza perdere la sua caratteristica leggerezza, che contagia felicemente chi osserva le sue opere. 

Ivo Còtani è un artista poliedrico: pittore, performer e insegnante. Cresce ad Ascoli Piceno, nelle Marche. Si laurea presso l’Accademia di belle arti di Roma. Approfondisce i suoi studi a Madrid. Al contempo consegue il diploma teatrale, inizia a lavorare come attore e creare spettacoli teatrali come autore. Tra il 2012 e il 2019 espone in diverse mostre collettive e personali. Nel 2019 crea ed è Direttore artistico del “Buratto Festival”. Tiene inoltre workshop sulla Creatività e il Movimento. Vive tra Ascoli, Roma, Madrid e New York. 

Continua a leggere

Cronaca

Poste partecipa al premio Cresco Award a sostegno dei Comuni d’Italia

Pubblicato

il

(Adnkronos) – In collaborazione con TgPoste.it 

Poste Italiane partecipa al premio Cresco Award “Città Sostenibili”, promosso da Fondazione Sodalitas in collaborazione con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e con il patrocinio della Commissione Europea e del Ministero dell’Ambiente, che vuole premiare e mettere in risalto l’impegno dei Comuni italiani per lo sviluppo sostenibile dei territori. L’iniziativa si inserisce nella mission di Poste di essere, con la sua rete capillare di Uffici Postali, un collegamento tra le istituzioni, il territorio e i servizi del Paese. Come ogni anno l’Azienda ha premiato in rappresentanza del Nord, Centro e Sud Italia per il premio “Per lo sviluppo sostenibile dei piccoli Comuni” i Comuni di Marene (CN) con il progetto “Marene: il loro esempio diventi Cultura – 10 anni della Biblioteca Comunale di Marene”, Tornareccio (CH) per ”Pallano: origini ed evoluzione” e Acireale (CT) per ”Space Music”. 

L’Azienda, per la quale l’attenzione al territorio rappresenta uno dei punti fermi del su piano strategico, ricorda le azioni realizzate nel suo programma a sostegno dei Piccoli Comuni: il wifi gratuito in tutti i comuni d’Italia, le flotte green nei piccoli comuni per un impegno ecologico, nessun ufficio postale chiuso e barriere architettoniche eliminate 

Continua a leggere

Articoli recenti

Post popolari