Teatro: al cortile Platamone di Catania in scena ‘La pacchiona’ versione siciliana di ‘Fat Pig’


‘Fat Pig’, ovvero ‘maiale grasso’ o, se si preferisce, ‘La pacchiona’: è questo il titolo scelto per la versione siciliana della commedia scritta dal d
rammaturgo statunitense Neil LaBute e ora in scena a Catania fino a domenica con la regia di Marcello Cotugno al cortile Platamone, prodotto dal Teatro Stabile di Catania, con Paolo Mazzarelli, Federica Carruba Toscano, Chiara Gambino, Alessandro Lui, per le scene e costumi di Luigi Ferrigno e Sara Palmieri. 

Al centro della vicenda, la relazione nascente fra un milanese trasferitosi in Sicilia per motivi di lavoro e una donna ‘generosamente in carne’ come si potrebbe definire appunto una ‘pacchiona’ nel modo ipocrita che lei per prima rifiuta e respinge, proponendosi per quello che è, corpo ma soprattutto anima e cervello, cuore e azione. Un atteggiamento quasi di sfida che conquista il protagonista, nonostante le ‘male voci’ dei colleghi che non sanno o non vogliono vedere e andare oltre le apparenze. Sfida che il pubblico fa sua e che restituisce a suon di applausi agli attori in scena.  

“Lo spettacolo segue lo stile del teatro da camera, puntando sulla recitazione relazionale e sulla credibilità dei personaggi – spiega il regista Marcello Cotugno – Una scena essenziale e simbolica veicola rimandi al contesto e ai temi della narrazione, mentre gli elementi scenici si adattano agilmente e si trasformano con l’evolversi della vicenda, sfruttando lo spazio in modo da coinvolgere lo spettatore nell’azione: soluzione adatta a una pièce che racchiude in sé una forte carica empatica e veicola una matrice sociale fortemente allusiva al contemporaneo”. 

(di Enzo Bonaiuto) 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Spettacolo Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *