Super caldo ma anche violenti temporali, ecco dove: cosa ci aspetta nel weekend


“Sarà da venerdì che l’anticiclone africano dal rovente deserto del Sahara comincerà a espandersi anche sull’Italia”. E’ quanto sottolineano gli esperti del sito www.iLMeteo.it spiegando che “inizieranno almeno cinque giorni caratterizzati da un’escalation delle temperature”. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che “almeno fino a lunedì 26 luglio i valori termici continueranno inesorabilmente a salire al Centro-Sud e al Nordest. Basti pensare che nel corso del weekend Roma, Firenze e Bologna toccheranno punte di 36°C, 37°C in Puglia e addirittura picchi di 42°C in Sardegna come a Oristano e Sanluri. Ma ci sarà una parte d’Italia che dovrà fare i conti con dell’aria diversa, ovvero quella in arrivo dall’Atlantico, fresca in alta quota e che comincerà a creare non pochi problemi allo scudo anticiclonico. Già da sabato infatti le regioni di Nordovest, inizialmente i settori alpini, vedranno scoppiare dei temporali forti nelle ore pomeridiane, domenica invece tuoni, fulmini e grandinate potrebbero raggiungere anche le zone pianeggianti colpendo città come Torino, Alessandria, Como, Milano e Bergamo”. 

NEL DETTAGLIO 

Giovedì 22. Al nord: un po’ instabile al mattino, anche in pianura, poi sui rilievi del Triveneto e sull’Appennino emiliano. Al centro: qualche temporale sugli Appennini. Al sud: soleggiato. 

Venerdì 23. Al nord: alcuni temporali pomeridiani sulle Alpi del Triveneto, sole altrove. Al centro: sole e caldo a tratti intenso. Al sud: ampiamente soleggiato. 

Sabato 24. Al nord: temporali sull’arco alpino, sole altrove. Al centro: tutto sole e caldo. Al sud: sole prevalente. 

Domenica con temporali possibili anche in pianura, specie al Nordovest, gran caldo altrove. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *