Tecnologia

Stati Uniti: TikTok venderà a Oracle o Microsoft?


Con l’avvicinarsi della scadenza del termine concesso dal Presidente degli Stati Uniti, ByteDance, il proprietario di TikTok sarebbe vicino a un accordo per riprendere la sua attività negli Stati Uniti per un importo compreso tra $20 e $30 miliardi. L’identità del futuro proprietario potrebbe essere annunciata già dalla prossima settimana.

Indipendentemente dalla vostra opinione su come Donald Trump amministri gli Stati Uniti, nessuno può negare la sua influenza sul mondo, sia essa economicamente, politicamente o tecnologicamente. Il suo periodo trascorso alla Casa Bianca negli ultimi quattro anni è stato segnato da numerosi scontri con la Cina e le grandi società che ne sono emerse. Stiamo ovviamente parlando di ZTE, Huawei e ByteDance, il creatore di TikTok.

Un accordo annunciato la prossima settimana?
Per quanto riguarda ByteDance, la sua famosa applicazione TikTok rischia di essere bandita negli Stati Uniti se la sua filiale americana non viene rilevata da una società occidentale. Donald Trump ha lasciato lo sviluppatore cinese fino al 15 settembre per firmare un accordo. Voci affermano che ByteDance abbia avuto colloqui con Wallmart, Netflix , Twitter, Oracle e Microsoft. Secondo quanto riferito, Netflix avrebbe rifiutato. Twitter non avrebbe abbastanza soldi, mentre Wallmart non sarebbe del tutto convinto. Rimangono quindi Oracle e Microsoft, i primi ad annunciare ufficialmente le proprie intenzioni.


Il canale di notizie americano CNBC ha pubblicato oggi un articolo affermando che ByteDance aveva scelto tra i due, senza rivelare altro. Tuttavia, l’identità dell’acquirente dell’attività americana di TikTok potrebbe essere rivelata già la prossima settimana. Secondo quanto riferito, l’accordo non è stato ancora finalizzato, poiché le due parti stanno ancora discutendo il prezzo dell’accordo. Ma l’importo sarebbe compreso tra i 20 ed i 30 miliardi di dollari. La fonte di questa fuga di notizie non specifica se tale importo includa anche le attività europee e indiane di TikTok che anche Microsoft voleva acquistare. Da notare che TikTok rappresenta 1.500 dipendenti e 100 milioni di utenti registrati negli Stati Uniti (su 800 milioni in tutto il mondo).

Chi tra Oracle o Microsoft comprerà TikTok negli Stati Uniti? Anche se il capo di Oracle è un sostenitore di Donald Trump, tutto fa pensare che dovrebbe essere Microsoft. In effetti, CNBC ha avuto l’opportunità di parlare con un portavoce di Wallmart che ha spiegato di voler collaborare con Microsoft per rilevare TikTok US (se non facendolo da solo). Il suo obiettivo: sfruttare l’integrazione del commercio elettronico e della pubblicità nell’applicazione per ampliare il proprio mercato. È una dichiarazione fondata o un semplice desiderio?

Il CEO americano in partenza
Nel frattempo, Kevin Mayer, l’ex capo di Disney+ che recentemente è diventato CEO di TikTok US, ha annunciato che partirà molto presto, dopo soli tre mesi ai controlli dell’applicazione. In una nota interna rivelata dal Wall Street Journal, spiega che le dichiarazioni della Casa Bianca contro TikTok hanno reso la sua missione quasi impossibile, in un clima geopolitico teso. La vendita dell’attività americana è l’ultima goccia. In origine, la sua partenza avrebbe dovuto essere annunciata contemporaneamente all’identità dell’acquirente dell’attività americana di TikTok.


TikTok non è l’unica applicazione cinese minacciata di divieto dal governo degli Stati Uniti. Questo è anche il caso di WeChat, tuttavia a la presenza di quest’ultimo negli Stati Uniti è molto minore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *