Stati Uniti: 1000 miliardi per banda larga, auto elettriche e cybersecurity


Mille miliardi di dollari per l’accesso alla banda larga, oltre che per sostenere il settore tecnologico, soprattutto i veicoli elettrici. Allo stesso tempo, il disegno di legge punta a recuperare una parte di questo investimento attraverso la definizione dell’obbligo per i broker di asset digitali di riferire i guadagni ottenuti dal trading all’Internal Revenue Service, utili che verranno così tassati portando, ai volumi attuali, entrate per le casse federali di almeno 28 miliardi di dollari. 

 

Il disegno di legge deve ancora essere approvato dalla Camera dei rappresentanti e trasformato in legge dal presidente Joe Biden. Si prevede lo stanziamento di circa 75 miliardi di dollari per la banda larga, la sicurezza informatica e il finanziamento delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici. 65 miliardi di dollari sono dedicati ad espandere l’accesso ai servizi Internet in banda larga. La pandemia ha evidenziato la necessità di un accesso a Internet ad alta velocità così che lavoratori e studenti possano accedere da casa sia agli uffici che alle scuole, riducendo al contempo le forti disparità nell’accesso a Internet nelle aree rurali e in alcuni quartieri urbani a basso reddito: i fondi includono un programma di sovvenzioni da 42,5 miliardi di dollari proprio per finanziare l’implementazione della banda larga nelle aree dove la copertura è minore. Altri 14 miliardi di dollari sono destinati a sostenere i costi di Internet per gli americani a basso reddito garantendo un sussidio Internet che consentirebbe uno sconto fino a 30 dollari al mese. 

Il disegno di legge punta anche a finanziare l’installazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici in tutto il paese con 7,5 miliardi di dollari. Una cifra che pare piuttosto bassa considerando la stima operata dalla società di consulenza AlixPartners secondo la quale occorrono almeno 50 miliardi di dollari per costruire una rete di ricarica Usa in grado di servire il numero di veicoli elettrici previsti entro il 2030. Anche Tesla, che prevede di aprire le sue stazioni di ricarica per veicoli elettrici di altri produttori entro quest’anno potrebbe ricevere questi fondi. Un’ultima parte dei fondi andrà a rafforzare la sicurezza informatica del Paese: il Congresso ha scelto di stanziare circa 2 miliardi di dollari in questo ambito: 1 miliardo di dollari andrebbe a un programma di sovvenzioni per sostenere le iniziative locali, mentre il resto andrebbe al rafforzamento della sicurezza sulla rete elettrica e alla Cybersecurity and Infrastructure Security Agency. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.