Smart working, Orlando: “Serve accordo quadro nazionale”


Un accordo quadro nazionale: è la via maestra per lo smart working che “è un punto di non ritorno da governare” indicata dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, nel corso di un’intervista nell’ambito delle celebrazioni dei 120 anni della Camera del Lavoro di Empoli. “Occorre vedere anche come evitare effetti sociali di carattere negativo. serve un accordo quadro nazionale. Chiamerò le parti sociali nelle prossime settimane”, annuncia Orlando indicando quelli che dovranno essere i tre capisaldi dell’accordo quadro. “Se questo accordo quadro affronta i tre temi della sicurezza sui luoghi di lavoro, che diventano anche la casa; la sicurezza sui dati e responsabilità dei dati; diritto alla disconnessione, non c’è bisogno di una legge”, sottolinea. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *