Siccità: Parmigiani (Confagricoltura), ‘la situazione é grave’


“La situazione quest anno è veramente grave, impressionante e preoccupante”. A delineare in questi termini all’Adnkronos la situazione creata dalla siccità nell’agricoltura è Giovanna Parmigiani, membro della giunta nazionale di Confagricoltura con la delega su ambiente e territorio. “Ci siamo arrivati con la somma di vari fattori a cominciare dalla scarsa piovosità e delle nevi di questo inverno: quindi – spiega – non sono stati riempiti gli invasi e i laghi non hanno raggiunto la massima capienza, diciamo che a primavera già le prime avvisaglie c’erano”. 

“Il tutto è stato ulteriormente aggravato dal fatto che negli ultimi tre mesi specie al nord non è piovuto e poi abbiamo raggiunto temperature di 3 gradi superiori a quelle storiche: quindi la carenza di acqua é elevatissima in un anno in cui a noi agricoltori viene chiesto di produrre di più per cercare di sopperire alle mancanze generate dal conflitto in Ucraina. Tuttavia se non abbiamo acqua per irrigare questo diventa molto difficile” prosegue Parmigiani che è a sua volta imprenditrice agricola con una azienda nel piacentino.  

La produzione italiana risulta già minore della media. “I dati sulle raccolte di grano, frumento e orzo stanno arrivando in questi giorni: il calo medio si stima tra il 20 e il 30% . Probabilmente in Puglia dove la siccità è molto forte saranno ancora più in calo” afferma spiegando che Confagricoltura ha chiesto un maggior rilascio da bacini in cui l’acqua viene abitualmente utilizzata per la produzione idroelettrica. Tra le richieste anche quella che sia prorogato il regime di riduzione delle accise sul gasolio agricolo. 

Di fronte alla siccità “come Confagricoltura abbiamo chiesto un maggior rilascio da bacini in cui l’acqua viene utilizzata per l’idroelettrico ma quest’ anno bisogna anche produrre più energia. Temiamo una guerra dell’acqua – prosegue Parmigiani- perchè ne hanno bisogno per l’elettricità e noi agricoltori ne abbiamo bisogno per produrre. Tra l’altro il gasolio che si utilizza per le pompe costa molto di più, quindi abbiamo costi molto più elevati: per questo chiediamo che prosegue il regime di riduzioni praticate sul gasolio agricolo”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Economia Ultima ora