#Sepassailddlzan, ironia social: “YMCA sarà inno nazionale”


Un hashtag nato per contrastare l’approvazione del Ddl Zan, ‘scippato’ dai sostenitori del provvedimento e diventato luogo virtuale per ironia e battute a raffica sui possibili scenari in caso di via libera alla legge contro l’omotransfobia. E’ così che #SepassailddlZan diventa trend su Twitter dove la fantasia di centinaia di utenti corre al grido di “l’inno nazionale italiano sarà YMCA dei Village People”. 

E se “Raffaella Carrà salirà al Quirinale per due mandati. E sarà bellissimo”, con l’approvazione, spiegano, “le 3 civette sul comò faranno TIMORE alla figlia del dottore”. A rischio anche i capisaldi della cucina italiana: “Mangeremo la pasta all’amatriciana con pancetta a cubetti e parmigiano”, “costringeranno noi emiliani a mangiare tutti i giorni tortellini al ragù di tofu” ma anche “ci mettono il parmigiano nelle linguine alle vongole”.  

“Permetteranno di rullare a biliardino!”, lanciano l’allarme, mentre qualcuno paventa futuri problemi in famiglia: “Mia nonna – si legge – potrà chiamarmi con venti nomi diversi tranquillamente, compresi quelli maschili, ed io non potrò correggerla”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *