Scuola, medico no vax Amici a prof e bidelli: “Se temete rischi, non vaccinatevi”


“L’imposizione dell’obbligo vaccinale al personale scolastico è un fatto gravissimo. Consiglio a chi è contrario il ricorso, anche se l’esito lo vedremo tardi”. A rivolgersi al personale scolastico è Mariano Amici, il medico no vax di Ardea sospeso senza stipendio, che suggerisce: “I bidelli, professori, presidi non ancora vaccinati contro il covid e che ritengono di non poterlo fare senza rischi, non si vaccinino. Non si mette a repentaglio la propria salute per subire una imposizione”. E la sospensione dello stipendio? “Purtroppo il professore soccombe – risponde all’Adnkronos – Un governo serio, convinto di fare la giusta azione, dovrebbe rispondere con una soluzione simile al reddito di cittadinanza, trovare una scappatoia al cittadino che non vuole vaccinarsi. O è ricatto”. 

“E’ incomprensibile – prosegue Amici – l’obbligo limitato ad alcune categorie, perché si crea una disparità fra individui. Se il vaccino protegge, deve proteggere tutti, altrimenti è inutile farlo. Inoltre, la propaganda dice che il vaccino è miracoloso, ma tace sul consenso informato. Infine – conclude – anche l’Istituto superiore della sanità dice che il vaccino non ti protegge e non impedisce la diffusione del virus. Di fronte a tutto questo, che senso ha imporre la vaccinazione obbligatoria al professore di scuola o alle forze dell’ordine? Non andrebbe imposta a nessuno”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *