Scuola, Cascarano (Comitato art.34): “Irresponsabile ‘non azione’ Governo, istallare impianti ventilazione”


(Adnkronos) – “La scuola viene di nuovo presa in giro e trattata come l’ultima ruota del carro della società. Mai “non azione” di governo fu più irresponsabile”. E’ quanto afferma all’Adnkronos Daria Cascarano, presidente del ‘Comitato art.34 genitori per la scuola’ lamentando la mancata istallazione di impianti di ventilazione meccanica controllata (VMC) nele aule scolastiche a circa un mese dall’avvio del nuovo anno scolastico. Secondo Cascarano, infatti, al di là della “inadeguatezza” del “nostro sistema scolastico nella sua modalità educativa, non avviare nemmeno un più deduttivo e semplice adeguamento dei nostri impianti scolastici è da delinquenti!”. “Non esiste solo il covid – sottolinea la presidente del Comitato art.34 genitori per la scuola – che, alla luce della naturale propensione del virus a sopravvivere ha abbassato notevolmente la sua letalità tanto da essere diffusissimo ma per nulla incisivo sulle nostre dinamiche socioeconomiche; ma da sempre, soprattutto per le fasce di età più piccole, la cattiva se non malsana qualità dell’aria nei nostri istituti è sempre stato un problema mai affrontato in maniera radicale”. 

“Una politica, che ha una visione della società che vuole costruire – evidenzia – sa dare ai suoi cittadini tutto ciò che è necessario perché possano crescere nell’ambiente più sano, confortevole e idoneo a vivere. Sicuramente questa visione è mancata fino ad ora se siamo ad agosto e non è ancora partito nessun lavoro strutturale per installare gli impianti di ventilazione meccanica controllata (Vmc), che aspirano l’aria esausta carica di umidità, anidride carbonica e sostanze nocive alla salute e la convoglia in uno scambiatore di calore dove l’energia termica dell’aria esausta è ceduta a quella nuova, calda d’inverno e fresca d’estate, e appositamente filtrata”. 

Secondo Cascarano “è troppo facile continuare ad abusare dei nostri giovani costringendoli ad indossare dei dispositivi sanitari che troppi danni hanno arrecato anche a livello psicologico senza aver fatto la differenza nella lotta al virus. E sicuramente è da vigliacchi lasciare la situazione in mano ai presidi che temono già le tensioni che si potrebbero creare. Se non ritorniamo a dare valore alla vera qualità della vita prima che hai troppi interessi coinvolti nel sistema – avverte – andremo incontro ad un nuovo medioevo, ma dobbiamo lottare e credere nella rinascita, in un nuovo ciclo altrimenti sarà solo l’inizio della fine, purtroppo!”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Cronaca Ultima ora