Scontro fra regioni per i rientri dalle vacanze


L’estate sta per finire e i governatori temono che il virus possa espandersi nelle proprie regioni. Come il Lazio che ha paura che i residenti, di ritorno dalla Sardegna possano portare il virus. Ma anche la Campania, che ha paura di tutti i ritorni da qualsiasi regione. Questo ha portato i governatori a scontrarsi, richiedendo controlli sempre più ferrei, fino ad arrivare alle minacce sulla chiusura dei confini delle proprie regioni. Purtroppo, questi sono gli effetti del rientro dalle vacanze in tempi di Corornavirus. Il problema è che con l’aumento di contagi che sta colpendo il nostro territorio, non possiamo permetterci di abbassare la guardia e i nostri governatori lo sanno bene.

Il Lazio ha registrato il maggior numero di contagi nell’ultimo periodo e ritiene che il 45% sia proveniente dalla Sardegna, pertanto chiede al governatore Solinas di effettuare il tampone a tutti coloro che sono in partenza dalla Sardegna per tornare nel Lazio. Tuttavia l’assessore alla Sanità sardo controbatte, affermando che “i test li deve fare il Lazio alla partenza verso la Sardegna“. Il Lazio dal canto suo ha predisposto appositi drive in che effettuano test rapidi a tutti coloro che rientrano da Malta, Grecia, Spagna e Croazia, così come a tutti coloro che sono di rientro dall’isola. Ma il governatore Zingaretti chiede formalmente che i test vengano fatti all’imbarco in Sardegna, oltre che allo sbarco – perché la prudenza non è mai troppa.

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, minaccia di chiudere ancora una volta la Campania, dichiarando in una sua diretta su Facebook che “A fine agosto vedremo se chiedere oppure no al governo di ripristinare la limitazione della mobilità intraregionale. Lo decideremo tra 15 giorni con grande determinazione, salvo i casi di motivi di lavoro o di salute. Ci regoleremo anche sui contagi nel resto d’Italia.” Rigorosi controlli per tutti coloro che rientrano dalle vacanze, dunque. De Luca promette inoltre di imporre la misurazione della temperatura corporea all’ingresso di tutti gli Istituti scolastici, anche se il governo ha specificato in una nota che questo compito è stato affidato ai genitori. Un doppio controllo sicuramente sarà più prudente, ritiene il presidente della Campania.

Toti e Bonaccini non approvano i blocchi per quanto riguarda gli spostamenti tra regioni – In risposta alle minacce di Vincenzo De Luca al voler bloccare l’accesso alla Campania, il presidente della Liguria, Giovanni Toti, spiega che non ritene vi sia una emergenza clinico-sanitaria tale da presupporre o fare presagire ulteriori chiusure. Bisogna stare attenti, certo, indossando le mascherino e facendo tutto quello che ci raccomanda il governo, ma sicuramente l’ultima cosa da fare è continuare a terrorizzare la popolazione, già abbastanza scossa. Anche il governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, è d’accordo con Toti, affermando che in questo momento non serve chiudere le regioni e creare allarmismi eccessivi.

Nel frattempo, il Codacons denuncia assembramenti che si sono verificati sui traghetti dalle Eolie. “Alle isole Eolie sono stati registrati assembramenti intollerabili. Soprattutto i più giovani, non rispettano assolutamente le norme sull’uso delle mascherine.” denuncia l’associazione dei consumatori. La situazione più grave viene registrata nei porti, in occasione delle partenze di aliscafi e traghetti, dove tantissime persone, forse migliaia, si riuniscono sulle banchine creando pericolosissimi assembramenti. Di notte, a Lipari, l’atmosfera si infuoca trasformando pericolosamente le strade in discoteche all’aperto, di fronte ai locali che suonano musica dal vivo: è qui che, centinaia di giovani, ballano l’uno sull’altro senza rispettare le distanze minime e senza indossare le mascherine. Sono proprio questi comportamenti irresponsabili che potrebbero costarci molto caro.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Cronaca