Sanremo 2022, le pagelle del fu Matia Bazar: terza serata


Ecco le pagelle dell’esibizione dei 25 cantanti in gara nella terza serata del festival di Sanremo 2022, redatte ‘a caldo’ in esclusiva per AdnKronos dall’ex tastierista dei Matia Bazar, Mauro Sabbione. Le pagelle vengono via via compilate durante la diretta di Rai1 dopo le esibizioni dei singoli artisti. 

Giusy Ferreri, ‘Miele’:  

E’ confermato che la Ferreri sia consapevole di un cambio narrativo, la canzone che ha portato beneficia di un arrangiamento mediterraneo. Ho citato l’indimenticato Pino Mango, ma l’ambito di questi ritmi è molto più vasto, almeno a livello popolare. Canzone davvero costruita bene e molto orecchiabile. Per lei un Sanremo positivo. Mi piacerebbe vederla un giorno al Tenco. Voto 6
 

Highsnob & Hu, ‘Abbi cura di te’:  

Matera e Ferracuti, sono decisamente un duo di culto. Ambiente musicale di grande atmosfera, ma quello che mi piace di loro è che la loro musica li racconta, racconta due vite interessanti e di spessore umano. Un Sanremo positivo anche per loro, un’esposizione mediatica importante. Bravi. Voto7
 

Fabrizio Moro, ‘Sei tu’:  

Le parole sono le sue parole, ed ha contribuito anche alla musica. Un cantautore? Forse no, in ogni caso oltre 10 album incisi ed un palmares ricco di premi d’autore, compreso il premio Mia Martini. Potrebbe risalire qualche posizione con i voti popolari. Bella canzone. Voto 6
 

Aka 7even, ‘Perfetta così’: 

Più sicuro di ieri sera, che era al debutto sul palcoscenico della festival. Si capisce al volo che la sua intenzione probabilmente sia quella di tentare il volo deciso verso i mercati europei, dove è già stato premiato. Il suo curriculum e la sua formazione sui vari format e naturalmente l’origine napoletana, garanzia di melodia e simpatia, lo avvantaggiano, anche nel pubblico sanremese. Si piazzerà bene. Voto 7
 

Massimo Ranieri, ‘Lettera di là del mare’:  

La voce, la progettualità, il senso del palcoscenico si sentono. E la voce è sempre bella molto bella. Molta melodia, usata molto bene. Lo quoto maggiormente perchè Massimo Ranieri ha un pubblico popolare e affezionato che lo segue, io compreso. Voto 7
 

Dargen D’Amico, ‘Dove si balla’:  

Dargen vincerà sicuramente il premio della migliore mise del festival, anche se influenzata dal FantaSanremo. Mi ricorda, e lo dico con grande affetto e rispetto, il Capodanno Russo della Tv moscovita supertrash, che ha avuto un grande successo mediatico nel mondo. Quindi la sua canzone diventerà un successo nel mondo. Sappiamo che Sanremo è diffuso al livello internazionale. E gli amici in diretta dall’Est sono moltissimi! Grande outsider, tra i primi 6 con i voti popolari. Voto 7
 

Irama, ‘Ovunque sarai’: 

La sua è l’unica canzone del festival che inizia col pianoforte, lo scorso anno erano una dozzina. Intimismo e sentimentalismo quindi, sottolineato con l’arrangiamento. Per fortuna stasera non era vestito da Uomo Ragno, ma le parole sono decisamente leggere e senza emozione. Voto 5
 

8. Ditonellapiaga e Rettore 

9. Michele bravi 

10. Rkomi 

11. Mahmood & blanco 

12. Gianni Morandi 

13. Tananai 

14. Elisa 

15. Rappresentante di lista 

16. Iva Zanicchi 

17. Achille Lauro 

18. Matteo Romano 

19. Ana Mena 

20. Sangiovanni 

21. Emma 

22. Yuman 

23. Le Vibrazioni 

24. Giovanni Truppi 

25. Noemi 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Spettacolo Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.