San Pietroburgo, una delle città più amate al mondo


Ancora una volta, la città di San Pietroburgo si distingue per i World Travel Awards nel 2021, per due motivi: ha vinto il premio per la migliore destinazione del patrimonio e la migliore destinazione urbana d’Europa. La metropoli russa era già stata eletta migliore destinazione culturale mondiale nel 2019 e poi nel 2020.

Con i suoi grandiosi palazzi barocchi, le sue cupole dorate che sembrano caramelle avvolte da carta stagnola luccicante e le sue fontane di indescrivibile splendore, San Pietroburgo ha affascinato i viaggiatori per secoli.

Capitale storica e culturale della Russia, le sue grandi collezioni d’arte sono famose in tutto il mondo. Ogni estate, quando il sole tramonta appena sulla città, le festività “Notti Bianche” attirano i più grandi artisti nazionali e internazionali di musica classica, balletto e opera.

Anche in inverno la città rimane molto vivace con le sue strade magistralmente addobbate e i lussureggianti festeggiamenti di Capodanno.Creato nel 2016 in Russia, il favoloso spettacolo di suoni e luci “Wonder of Light” veste le pareti esterne di molti monumenti ed è già un importante punto di riferimento.

Una città molto facile da raggiungere…

Tappa sulla strada per altre città russe o una destinazione a sé stante, San Pietroburgo attira sempre più i turisti da tutto il mondo. Hub per il trasporto aereo, marittimo e ferroviario, è la prima città russa ad ottenere la certificazione “Safe Travels” rilasciata dal World Travel & Tourism Council (WTTC).

Nell’ambito di questa iniziativa a favore dell’igiene e della sicurezza, i siti turistici che rispettano le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale del Turismo e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ricevono il marchio “Viaggi Sicuri” che garantisce il rispetto degli standard, dei regolamenti internazionali e delle norme sanitarie dei servizi forniti in città.

Un’altra misura di punta per rilanciare il turismo: l’istituzione di un sistema di visti elettronici che consente ai cittadini di 52 Paesi (compresa la maggior parte dei Paesi europei) di entrare nel territorio russo senza ulteriori formalità per un soggiorno non superiore ai 16 giorni.

Tra le ultime iniziative lanciate a favore del turismo, il programma “Two Cities – A Million Impressions” è una favolosa campagna congiunta a San Pietroburgo e Mosca. Ha lo scopo di diffondere il calendario degli eventi e delle attività organizzate nelle due città al fine di evidenziare i principali siti turistici, musei o teatri e promuovere le succulente specialità gastronomiche.

La città, soprannominata “Piter” dai suoi abitanti, si trova sulla “Collana d’argento”, un itinerario turistico che collega 11 delle più belle e suggestive città e regioni della Russia nordoccidentale. Molti dei monumenti storici e culturali di questo tour sono elencati come patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Un crogiolo di influenze…

Pietro il Grande voleva farne la “porta dell’Europa”. Lo Zar darà forma anche alla città, traendo ispirazione dai suoi numerosi viaggi nel Vecchio Continente.

La città di San Pietroburgo è talvolta chiamata la “Venezia del Nord” per la sua rete di Canali, o la “Parigi del Nord” per i suoi ampi viali e la magnifica architettura in stile occidentale.

Nel centro geografico della città, i Cantieri navali dell’Ammiragliato e i Canali che tutti convergono verso di essi. Questa zona della città si ispira al paesaggio urbano di Amsterdam, dove Pietro il Grande trascorse la sua spensierata giovinezza, lavorando nei Cantieri navali. L’edificio colonnato dell’Ammiragliato è immediatamente riconoscibile con la sua slanciata cuspide sormontata da una barca dorata, uno degli emblemi della città.

Non lontano da lì, “New Holland Island”, costruita su una palude nel 1719, sarebbe poi diventata il primo porto militare della città. Oggi questo luogo incarna perfettamente il nuovo volto di San Pietroburgo, testimone del suo ambizioso piano di sviluppo. L’isola è diventata un moderno luogo di scambio con negozi, ristoranti e graziosi giardini, nonché un luogo di creazione che riunisce studi e fantastiche gallerie alla moda.

Luoghi di alto livello artistico ed ecclesiastico…

Ma la maggior parte dei visitatori viene a San Pietroburgo per ammirare le sue opere d’arte e lo splendore architettonico. A cominciare “dall’Hermitage”, uno dei musei d’arte più grandi al mondo. Alcuni hanno calcolato che occorrerebbero 15 anni al ritmo di otto ore al giorno per godere appieno di ogni magnifica opera presentata al museo.

La maggior parte della collezione è esposta nel “Palazzo d’Inverno”, un grande e imponente edificio in stile barocco che fu residenza di diversi imperatori. Si trova di fronte all’altrettanto imponente Palazzo dello Stato Maggiore, che ospita anche un’altra parte della collezione dell’Ermitage.

Gli amanti dell’arte contemporanea preferiranno allontanarsi dal centro per visitare il “Museo Erarta” sull’isola Vasilievsky e scoprire l’evoluzione dell’arte russa negli ultimi 50 anni.

E se avete sempre voluto sapere dove si trovano queste magnifiche torrette degne di un cartone animato Disney che da sole simboleggiano la città di San Pietroburgo, prendete la direzione della Cattedrale. In stile sia medievale che romantico russo, fu eretta all’inizio del XX secolo in onore di Alessandro II, assassinato in questa piazza; da qui il nome funerario dato all’edificio.

Turismo specializzato…

È facile rimanere due settimane a San Pietroburgo perché non mancano i siti da visitare. Inoltre, l’infrastruttura della città si adatta costantemente all’afflusso di visitatori e alle nuove tendenze. Come l’ecoturismo: non è mai stato così facile visitare le numerose riserve naturali e faunistiche della favolosa città.

La città è anche un importante centro d’affari e di scambio, offrendo le migliori strutture per i professionisti (incontri, seminari, conferenze e mostre). Tra i principali eventi dell’anno ricordiamo il Forum economico internazionale di San Pietroburgo, il Forum culturale internazionale di San Pietroburgo e il Forum giuridico internazionale di San Pietroburgo.

Molti viaggiatori sono attratti dalle eccellenti strutture sanitarie della città, una tendenza che ha guadagnato slancio in seguito alla pandemia da COVID-19. Optate per l’aria salmastra del Golfo di Finlandia o crogiolatevi nella “bania”, il tradizionale bagno russo che alterna sauna e acqua ghiacciata.

Altri vengono a San Pietroburgo per consultare i suoi rinomati specialisti e approfittare delle sue non meno famose terapie. In programma formule di recupero post-COVID: balneoterapia, nordic walking e terapia iperbarica, trattamento che consiste nel saturare i polmoni di ossigeno. Ma non mancano le altre specialità: odontoiatria, cardiologia, chirurgia specialistica, ortopedia e riproduzione assistita.

Nella maggior parte dei casi, questi trattamenti non si trovano o sono troppo cari nei Paesi di origine dei visitatori stessi. Ma queste motivazioni sono spesso secondarie alla tranquillità e allo splendore che troviamo nella fantasmagorica San Pietroburgo.

Se San Pietroburgo non fosse esistita, avrei inventato io questa città che sonnecchia sul fiume, come uno stato d’animo che mi corrisponde per sempre…
(Jan Brokken)

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Attualità Coronavirus Curiosità Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *