Riscatto della laurea e cambiamento del fondo pensione: due nuovi video di SoldiExpert SCF per capire e scegliere


(Adnkronos) – Milano, 23 giugno 2022. La serie di video divulgativi realizzati da SoldiExpert SCF e dedicati a fondi pensione e pensione integrativa si arricchisce con due nuove produzioni.  

Si parla questa volta di trasferimento fondo pensioni ovvero lo spostamento dei contributi versati da un fondo pensione a un altro e riscatto della laurea ai fini previdenziali;  

Un quinto video poi sarà disponibile nelle prossime settimane e chiuderà (almeno per ora) questo primo ciclo di pratiche video-lezioni. 

Per chi se li fosse persi, ricordiamo che i primi due, dedicati alla scelta del fondo pensione e al calcolo del rendimento del fondo pensione, sono disponibili sul blog MoneyReport e sul canale YouTube di SoldiExpert. 

Il riscatto della laurea
 

Sembra il titolo di un film d’azione ma in realtà è un bel problema da risolvere. Il riscatto della laurea è un’opzione permessa dalla normativa, che permette di versare uno specifico ammontare di contributi per poter trasformare gli anni di università in anni di lavoro. E andare in pensione un po’ prima. Come spiega nel video Marco Cini, consulente finanziario indipendente di SoldiExpert SCF, però, la recente introduzione del cosiddetto “riscatto laurea agevolato ”ha complicato non poco la comprensione del percorso e delle opzioni, non solo per arrivare a riscattare la laurea, quanto anche solo per capire se conviene davvero. Entrano infatti burocraticamente in gioco, per esempio, il periodo di conseguimento (che si può sovrapporre o meno a diversi aggiornamenti della normativa) o il tipo di contratto e di contributi versati. 

Insomma, non è sempre conveniente né può essere una soluzione per tutti. Anche perché il risultato può essere un eccessivo ridimensionamento del reddito rispetto a quanto percepito prima della pensione. 

Un rebus in un rompicapo: materia per consulenti finanziari indipendenti, appunto. Come SoldiExpert SCF, che è in grado di mostrarvi la giusta direzione verso il riscatto della laurea, ma che, attraverso i suoi articolati servizi vi può accompagnare nell’impostare un programma per il futuro in tutta tranquillità. 

Riscatto della laurea gratuito: solo un sogno
 

Probabilmente sono in tanti gli italiani che vorrebbero riscattare la laurea per andare in pensione qualche anno prima. E in tanti sperano di trovare un modo di effettuare il riscatto della laurea gratuito. Ma non è possibile, purtroppo. E comunque coloro che pensano al riscatto della laurea in generale sono forse in numero inferiore a quanto si potrebbe pensare. Secondo l’ISTAT, il 20,1% della popolazione tra 20 e 64 anni della popolazione ne avrebbe diritto, cioè circa 7 milioni di persone. Ma secondo un recente sondaggio pre-Covid, soltanto 2,3 milioni avrebbero espresso l’intenzione di usufruire del riscatto.  

Come mai la maggioranza degli aventi diritto resta alla finestra? Per i costi (è stata questa la risposta del 24% del campione, che probabilmente vorrebbero il riscatto della laurea gratuito), ma soprattutto per le complicazioni che la normativa porta con sé (70%),come spiega bene Marco Cini nel video.
 

Come trasferire un fondo pensione e perché
 

Il secondo nuovo video (il quarto della serie) è invece incentrato sul cambiamento di fondo pensione. Ma come trasferire un fondo pensione e perché si dovrebbe farlo? 

Perché ci si sposta da un fondo a un altro? Può sembrare strano, ma i motivi per modificare il proprio progetto previdenziale possono essere tanti. Per esempio, un cambio di lavoro, che può costringere a passare da un fondo “negoziale” a un altro. Oppure il fatto che il fondo stesso venga chiuso, ceduto ad altri, ne venga modificato il regolamento, oppure che l’ente di vigilanza dei fondi (Covip) intervenga per prevenire o sanare situazioni complesse. 

Ma, soprattutto, come trasferire un fondo pensione e perché può rendersi necessario quando ci si rende conto che i rendimenti non sono quelli previsti o che i costi sono superiori al rendimento o, comunque, a quanto preventivato. E questo anche grazie al supporto di un consulente finanziario indipendente. 

Quando ci si trova di fronte a una situazione di questo tipo sorgono molti dubbi: cosa devo fare? Ho diritto allo spostamento? A chi mi devo rivolgere e in che tempi? E quanto mi costerà? Nel video Marco Cini di SoldiExpert SCF affronta in modo chiaro e senza fronzoli tutti questi temi complessi, fornendo i primi rudimenti sui passi da fare per non finire dalla padella alla brace.  

Cambiare fondo pensione si può e si deve
 

Cambiare fondo pensione può essere fatto da o verso un fondo dello stesso tipo oppure da o verso un fondo di tipo diverso (es. fondi pensione aperti, fondi negoziali, PIP assicurativi). Già questo dovrebbe far riflettere di come una scelta come cambiare fondo pensione (che può essere migliorativa e necessaria), può anche essere complessa. Secondo Covip, nel 2020 in Italia si sono registrati oltre 30.000 ingressi nei fondi negoziali e 13.600 verso i PIP. Questi ultimi però, solitamente i più costosi per chi versa i contributi, hanno visto oltre 18.300 uscite, con un saldo negativo di circa 5.000 unità. Positivo invece i saldo dei fondi pensione aperti: +15.357 unità, a fronte di 8.102 trasferimenti ad altre forme. 

 

Informazioni su SoldiExpert SCF
 

Questo comunicato è stato realizzato da SoldiExpert SCF una delle principali società di consulenza finanziaria (SCF) indipendenti a livello nazionale. Vanta clienti di ogni tipo e portafoglio (soprattutto privati) in tutta Italia grazie anche a un modello unico basato sulla Rete e sulla tecnologia come la possibilità di collegarsi in video-conferenza con i propri esperti che operano in più parti d’Italia.  

La consulenza fornita può riguardare tutto il patrimonio o sola la parte legata agli investimenti finanziari (azioni, obbligazioni, ETF, fondi) o assicurativi (spesso unit linked che di fatto sono investimenti finanziari spesso “travestiti”) e si basa su un’attenta analisi preventiva (tipicamente i risparmiatori che si rivolgono a SoldiExpert SCF partono con un check up ed è possibile richiedere gratuitamente una prima consulenza di 30 minuti) di efficienza del portafoglio detenuto dal cliente in termini di costi e rischi. E il fatto di essere una società che fornisce esclusivamente consulenza su base indipendente è un punto molto importante per gli investitori poiché SoldiExpert SCF viene remunerata direttamente in modo trasparente dai clienti senza quindi ottenere provvigioni o commissioni sui prodotti consigliati come è tipico dell’industria del risparmio gestito in Italia.  

Si ricorda anche ai fini dello studio proposto che le performance passate nei mercati finanziari non costituiscono necessariamente garanzia, nè indicazione di performance future e non dovranno essere perciò utilizzate come unico criterio di valutazione per la scelta degli investimenti. Per maggiori informazioni si invita a visitare il sito soldiexpert.com
 

Approfondimenti
 

Sito ufficiale: https://soldiexpert.com 

Canale video Youtube: https://www.youtube.com/user/SoldiExpert
 

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/soldiexpert
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Immediapress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.