Riforme, Zanda: “Ddl per mandato unico? Nessun legame con Mattarella bis”


La proposta di riforma costituzionale è ancora in ‘lavorazione’. “Stiamo finendo la relazione. Presenteremo la proposta la prossima settimana”, spiega all’Adnkronos il senatore Luigi Zanda. L’ex-capogruppo Pd al Senato con Dario Parrini, presidente della commissione Affari Costituzionali di palazzo Madama, sta mettendo a punto un ddl costituzionale che va a modificare l’articolo 88: ovvero il Capo dello Stato può essere eletto obbligatoriamente per un solo mandato, con conseguente scomparsa del semestre bianco.  

Perché questa proposta, senatore? “Non mi sembra una straordinaria novità è un tema che è stato affrontato più volte in passato. Il presidente Mattarella ha espresso più volte la sua opinione sul suo mandato. Segni e Leone ne avevano già parlato e lo avevano fatto molto chiaramente. Ma mi fermo qui perché stiamo ancora lavorando con altri colleghi e nei prossimi giorni presenteremo nel dettaglio la proposta”.  

Non è stata ancora presentata ma già fa discutere, senatore… C’è chi vede in questo ddl costituzionale un segnale al Quirinale dal Nazareno, l’impegno a rendere possibile per l’ultima volta un reincarico, il Mattarella bis per intendersi. E così? “Quanta fantasia… Non c’è nessun legame nel modo più assoluto”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *