Reddito cittadinanza, presidente Inps: “Funziona come salario di riserva”


“Il reddito di cittadinanza in molti contesti ha funzionato come ‘salario di riserva’, fissando una soglia al di sotto della quale i cittadini non sono disposi a lavorare. E sono contento che si sia riaperto il dibattito sul salario minimo anche per dare speranza a 4 milioni di lavoratori che sono sulla soglia di 9 euro lordi all’ora”. Lo sottolinea il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, in un intervento a Futura 2021, osservando come il salario minimo “non è correlato a una maggiore disoccupazione, spesso l’impatto è neutro o addirittura positivo”. “Dovunque è stato introdotto, persino in Cina, ha prodotto incremento di benessere dei lavoratori, con migliori indicatori di qualità della vita”, aggiunge. 

Ma Tridico evidenzia anche i benefici in termini di produttività: “Dove è stato introdotto il salario minimo ci si è spostati su produzioni più elevate: un livello minimo adeguato spinge a investimenti ‘capital intensive’, che sfruttino il capitale di innovazione piuttosto che di lavoro a basso costo”. 

Per il presidente dell’Inps sarebbe quindi da attendersi “una allocazione di risorse più efficiente su produzioni più produttive”. “Penso che le nostre imprese che si ispireranno a incrementi di innovazione non avranno problemi” dall’introduzione di una simile misura, ha concluso. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *