Recovery, von der Leyen: “Raccolti 20 miliardi con bond a 10 anni”


Oggi la Commissione Europea ha effettuato, tramite la sua rete di primary dealer, il primo collocamento di obbligazioni che finanzieranno Next Generation Eu, per un importo di “20 miliardi di euro”, con scadenza “a dieci anni”. Lo annuncia la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, in un punto stampa a Bruxelles.  

Si tratta, sottolinea von der Leyen, della “più grande emissione obbligazionaria istituzionale di sempre in Europa. E sono molto lieta che abbia attratto un grande interesse da una vasta gamma di investitori: il bond è stato ‘sovrasottoscritto’ sette volte”, cioè ha registrato una domanda pari a circa sette volte l’offerta. E’ stato “prezzato a condizioni molto favorevoli: paghiamo meno dello 0,1% di interesse”.  

Entro fine anno, continua von der Leyen, “prevediamo di raccogliere 100 mld di euro” in obbligazioni, cosa che “ci consentirà di finanziare tutti i prestiti e i trasferimenti previsti quest’anno per gli Stati membri. E’ una grande opportunità e dobbiamo spendere bene questi soldi”. Il commissario al Bilancio Johannes Hahn spiega che l’emissione ha attratto investitori istituzionali come banche centrali e fondi pensione, per “oltre il 50% dell’Ue”, nonché, tra l’altro, una quota dall’Asia, inclusa la Cina, che “sono certo sarà una quota significativa” di quella categoria di acquirenti del debito Ue.
 

In conferenza stampa a Bruxelles Ursula von der Leyen dice inoltre che “dopo un dialogo molto intenso con i governi nazionali, abbiamo completato la valutazione di diversi piani nazionali di ripresa e di resilienza. E da domani viaggerò in questi Stati membri: questa settimana visiterò Portogallo, Spagna, Grecia, Danimarca e Lussemburgo. E prevedo altri viaggi nelle settimane seguenti”. La presidente della Commissione Europea non ha confermato esplicitamente che martedì 22 giugno andrà a Roma, dove è attesa, ma tra gli “altri viaggi” dovrebbe essere inclusa anche la capitale italiana.  

Il commissario al Bilancio Johannes Hahn, a precisa domanda, ha risposto dicendosi “certo” che i Paesi più importanti siano “molto in alto” nell’agenda della presidente. L’Italia è il primo beneficiario di Next Generation Eu e ha presentato il piano nazionale nella notte tra il 30 aprile e il 1° maggio. I piani ora dovrebbero essere approvati per procedura scritta: domani dovrebbe toccare a Portogallo e Spagna. “E’ un bene avere i piani, ora vanno attuati”, ha concluso von der Leyen. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Esteri Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *