Quirinale, Torregiani (vittima Pac): ‘Io votato? Mi sorprende e mi diverte, non mi tiro indietro’


“Sono felicemente sorpreso. Ho visto che già ieri hanno votato altri nomi ‘strani’ di personalità varie. Essere inserito in questa fantomatica lista mi fa ridere”. Alberto Torregiani, figlio di Pierluigi, ucciso 40 anni fa da un commando dei Pac, i Proletari armati per il comunismo di Cesare Battisti, davanti alla gioielleria di famiglia, rimasto ferito durante la sparatoria e paralizzato, accoglie con ironia il voto per lui uscito dalle urne delle elezioni per il presidente della Repubblica.  

“Un voto è tanto, vuol dire che almeno una persona ha pensato a me! E’ una cosa un po’ strana. C’è da capire da dove arriva questo voto. Questa cosa mi sorprende e mi diverte. Magari domani escono altri due o tre voti. Io non mi tiro indietro”, scherza. “E’ una sorpresa – ribadisce – che accolgo con allegria e gioia: non è come un 6 al superenalotto ma almeno come un 3, che già è vincere”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.