Procura Milano, commissione Csm si divide su nomina: in corsa Viola, Romanelli e Amato



Sono tre i candidati in corsa per la guida della procura di Milano. La commissione per gli incarichi direttivi del Consiglio superiore della magistratura ha infatti votato tre proposte alternative: due voti sono andati al procuratore generale di Firenze Marcello Viola e uno ciascuno al procuratore aggiunto di Milano, Maurizio Romanelli, e al capo della Procura di Bologna Giuseppe Amato.  

Per Marcello Viola hanno votato i togati Antonio D’Amato, presidente della commissione, di Magistratura indipendente, e Sebastiano Ardita, di Autonomia&Indipendenza. A Giuseppe Amato è andato il voto del consigliere di Unicost Michele Ciambellini, mentre a Maurizio Romanelli quello di Alessandra Dal Moro, di Area. Si sono astenuti i due componenti laici della commissione, Fulvio Gigliotti, M5S, e Alessio Lanzi, di Forza Italia.  

Le tre proposte, dopo la stesura delle motivazioni da parte dei relatori e il parere della ministra della Giustizia, Marta Cartabia, saranno portate all’esame e al voto del plenum.  

 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.