Poste Italiane: nuovo Rendiconto Finanziario Periodico


in collaborazione con Postenews.it
 

Poste Italiane mette a disposizione dei suoi clienti un nuovo Rendiconto Periodico, il documento che contiene informazioni sull’intero patrimonio del cliente (conto corrente, prodotti di risparmio postale, polizze, fondi comuni d’investimento e prodotti di risparmio amministrato), sui costi sostenuti e sui rendimenti conseguiti nel corso dell’anno di riferimento al fine di fornire una visione completa per una maggiore consapevolezza sulla gestione finanziaria di investimenti e risparmi. Il Rendiconto viene inviato con cadenza annuale e assolve agli obblighi normativi imposti dalla normativa europea Mifid II. Nel dettaglio, spiega l’azienda, il Rendiconto Periodico è suddiviso in cinque sezioni e contiene tutte le informazioni relative all’anno precedente a quello dell’invio del documento: nelle prime due sezioni sono indicati l’ammontare complessivo dei risparmi e degli investimenti presso Poste Italiane unitamente ai relativi costi ed oneri sostenuti. Le tre sezioni successive sono dedicate agli aspetti finanziari: dall’impatto dei costi sul rendimento del portafoglio complessivo alla descrizione dettagliata dei singoli rendimenti conseguiti ed un’informativa circa lo stato di adeguatezza del portafoglio del cliente. È disponibile anche un approfondimento sull’andamento dei mercati finanziari. La pagina finale è dedicata ad un Glossario in cui sono presenti le definizioni dei termini utilizzati. 

Il Rendiconto Periodico, sottolinea Poste, è un documento fondamentale che va ad integrare i rendiconti già inviati da Poste Vita, BancoPosta Fondi SGR e l’estratto conto del Deposito Titoli, in ottica di una maggiore trasparenza nei confronti della clientela. 

Per maggiori informazioni: https://www.poste.it/rendiconto-periodico.html
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *