Ponte di Genova, Zambrano: “Burocrazia frena la prevenzione e la tutela delle infrastrutture”


“La vicenda del ponte di Genova ricorda la necessità della prevenzione e della tutela del nostro patrimonio infrastrutturale, cosa di cui ci si è ben resi conto all’inizio creando delle agenzie, delle strutture di missione presso il ministero delle Infrastrutture che, finalmente, dopo un po’ di tempo, pare stiamo decollando, per controllare le infrastrutture e fare una ricognizione di tutte le opere presenti nel Paese”. Lo dice all’Adnkronos/Labitalia Armando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri e coordinatore Reti professioni tecniche. 

“E’ fondamentale – sottolinea Zambrano – che questo grande piano di risanamento delle infrastrutture, poi, si leghi con il superbonus alla riparazione e messa in sicurezza delle abitazioni private, ma anche degli organismo pubblici. Nonostante le difficoltà di ordine burocratico, la prevenzione sta entrando nella logica e nelle attività del nostro Paese; abbiamo infatti difficoltà ad attuare gli interventi per la scarsa efficienza della pubblica amministrazione”. 

“Abbiamo difficoltà – fa notare – nel fare le gare di appalto e nell’applicare le normative. La necessità continua di nominare commissari rappresenta la sconfitta della programmazione e dell’idea di un rinnovamento radicale del nostro apparato. Con il superbonus abbiamo visto tutte le difficoltà dovute alla mancanza di dati del nostro patrimonio privato, anche se nel pubblico non andiamo molto meglio”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *