Piazza Affari chiude in rialzo nel giorno della Meloni


La settimana è iniziata con molta incertezza sui mercati mondiali con le principali valute oscurate dalla forza del dollaro. Le principali piazze europee hanno virato in leggero negativo con il Dax di Francoforte che ha limitato le perdite a -0,46% nonostante il tonfo dell’indice Ifo sulla fiducia delle aziende tedesche. 

I riflettori sono comunque accesi sull’Italia con i mercati che nell’attuale contesto di volatilità sono pronti a testare un nuovo esecutivo di centro-destra. Piazza Affari parte subito in rialzo e si mantiene in aumento, con buona cautela, durante l’intera seduta guadagnando lo 0,67% a 21.207 punti base. 

Protagonista alla Borsa di Milano è stata Fineco Bank che ha registrato un rialzo del +3,55% a 12,82 euro: gli analisti indicano un target price a 14,6 euro ad azione consigliando l’acquisto. Tra le migliori performance di giornata dell’indice italiano si segnalano Moncler (+3,46%) e Banca Mediolanum (+3,28%). Bene anche Telecom Italia con un incremento del 2,61%. 

Giornata negativa invece per le utilities con Enel in negativo del -2,08%, seguita da Terna (-0,88%). Eccesso di ribasso per il Monte dei Paschi di Siena. 

Nonostante il risultato delle elezioni fosse stato ampiamente previsto dai sondaggi, lo spread Btp-Bund raggiunge i 243 punti base, con il rendimento del Btp a dieci anni al 4,46%. (in collaborazione con Money.it) 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Finanza Ultima ora