Philip Morris International, al via 3° round finanziamento di Pmi Impact


Philip Morris International apre alla presentazione di domande per il terzo round di finanziamento di Pmi Impact, l’iniziativa globale a sostegno di progetti che mirano a ridurre o prevenire il commercio illegale e a contrastare le sue conseguenze negative per gli individui, le loro famiglie e le comunità. 

Il terzo round di finanziamento sosterrà un’ampia gamma di progetti per affrontare il commercio illecito internazionale – che va dai prodotti illeciti del tabacco e altri beni di consumo alla contraffazione di prodotti farmaceutici ed elettronici – in diverse aree geografiche. I candidati di organizzazioni pubbliche, private o senza scopo di lucro, tra cui organizzazioni governative, organizzazioni internazionali, associazioni, istituzioni accademiche e aziende private, sono quindi incoraggiati a presentare le loro proposte di progetto. 

“Il commercio illecito non conosce confini e sono necessarie misure efficaci per combattere questa minaccia internazionale che rappresenta una priorità assoluta per pmi poiché mina tutti i nostri sforzi per costruire un futuro senza fumo, un futuro che un giorno potrà essere senza sigarette”, ha affermato Alvise Giustiniani, vice president Illicit Trade Prevention. “La pandemia ha anche avuto un impatto sulle catene di approvvigionamento, sui controlli alle frontiere e sulle interazioni transfrontaliere e ora, più che mai, abbiamo bisogno di programmi come Pmi Impact che scambino competenze e riuniscano organizzazioni, idee e soluzioni per sradicare il commercio illegale”. 

Portare innovazione e progresso tecnologico nella lotta al contrabbando e alle merci contraffatte è essenziale, soprattutto nel mezzo della pandemia di covid-19. Per questo, Pmi Impact sarà aperto a progetti volti a limitare le minacce provenienti da vaccini, medicinali, forniture mediche e dispositivi di protezione individuale contraffatti e di qualità scadente. Il round è aperto a organizzazioni di tutto il mondo.  

Tuttavia, tutte le proposte devono essere inerenti al tema oggetto del finanziamento e concentrarsi su uno dei seguenti argomenti: Controllo delle frontiere, Sviluppo e rafforzamento delle capacità operative, Giustizia riparativa e protezione delle vittime, Coinvolgimento degli stakeholder, sensibilizzazione e cooperazione internazionale, Covid-19 e la minaccia del commercio illecito. I soggetti interessati possono presentare domanda entro una delle seguenti date: prima scadenza per la presentazione: 15 settembre 2021, seconda scadenza per la presentazione: 15 febbraio 2022, terza scadenza per la presentazione: 15 agosto 2022.  

Pmi Impact si avvarrà delle conoscenze e dell’esperienza dei membri dell’Expert Council, che comprende alcuni dei principali specialisti mondiali nel campo del diritto, dei diritti umani, della lotta alla corruzione e della tecnologia. Questo consiglio di esperti indipendenti ed esterni svolgerà un ruolo centrale nella valutazione e selezione delle proposte progettuali per l’assegnazione delle sovvenzioni da parte di pmi.  

“Pmi Impact offre alle organizzazioni una piattaforma per proporre soluzioni per affrontare la problematica realtà del commercio illegale. – a dichiararlo è Navi Pillay, sostenitrice dei diritti umani e membro del Pmi Impact Expert Council – Non vediamo l’ora di valutare le domande nel terzo round di finanziamento: il livello di interesse che l’iniziativa riceve è davvero notevole. È promettente vedere così tante organizzazioni che lavorano risolutamente per combattere il commercio illecito”. 

Il commercio illegale rimane un problema globale persistente e complesso. Le sue varie forme – dal commercio illecito di tabacco al traffico di droga, armi e fauna selvatica – sono interconnesse, con i criminali che sfruttano le rotte del contrabbando su larga scala e le reti corrotte. Spesso gestito da gruppi della criminalità organizzata, il commercio illegale priva i governi e i contribuenti di entrate necessarie, sottrae attività agli operatori legittimi, inganna i consumatori con prodotti di qualità incerta e mina il benessere e la sicurezza della società. Durante il primo e il secondo round di finanziamento, Pmi Impact ha sostenuto progetti che coprono una serie di attività con un impatto duraturo sul commercio illegale, promuovendo programmi di ricerca per migliorare la conoscenza sul commercio illegale e iniziative educative per migliorare la consapevolezza pubblica del problema, contribuendo a finanziare lo sviluppo di soluzioni tecnologiche per facilitare gli sforzi contro l’illecito.  

Pmi aveva impegnato 100 milioni di dollari per finanziare i primi tre round. A oggi, Pmi Impact ha stanziato un totale di 48 milioni di dollari per l’attuazione di 60 progetti in 30 Paesi come parte del primo e del secondo round di finanziamento. I soggetti interessati a presentare una proposta per il terzo round di finanziamento di Pmi Impact possono contattare l’ufficio progetti di Pmi Impact all’indirizzo impact@pmi.com. Per ulteriori informazioni su come candidarsi, visitare il sito www.pmi-impact.com.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *