Pd, Subbuteo-Playstation: è di nuovo derby Letta-Renzi


Il ‘ritorno’ a Roma da segretario del Pd di Enrico Letta segna un nuovo derby a con Matteo Renzi, non solo politico ma anche ‘generazionale’, quello cioè tra Subbuteo e Playstation. Come la bandana e il doppiopetto di Silvio Berlusconi, la barca a vela di Massimo D’Alema e il loden di Mario Monti, un semplice hobby può essere molto indicativo per il carattere di un leader.  

Negli ultimi anni Letta è diventato quasi un testimonial del calcio da tavolo, uno dei giochi più amati negli anni ’80, che ancora resiste ai videogame. Basti pensare che su Instagram l’ex premier ha come foto profilo una miniatura del Milan, squadra del cuore, con il suo volto. Tantissime le foto pubblicate sulla stampa che lo ritraggono in polo lunga o a maniche corte chino sul panno verde a esibirsi in un colpo a punta di dito, spesso in occasione di iniziative politiche da lui organizzate, dove non poteva mancare l’angolo del subbuteista come nella adunate estive di ‘Vedrò’ nella ex centrale elettrica di Dro, quando era sottosegretario a palazzo Chigi e già allora candidato alla guida del Pd. ”Il Subbuteo insegna il fair play e ad accettare la sconfitta”, disse una volta Letta. Della serie, il Subbuteo come scuola di vita. 

Di segno opposto la passione del Rottamatore, che predilige invece la consolle. O almeno così la racconta lui, se consideriamo la famosa foto scattata al Renzi-premier insieme a Matteo Orfini, impegnati davanti al video a sfidarsi alla PES durante la notte dello spoglio delle regionali del 31 maggio 2015. Lettismo e renzismo a confronto, dunque, anche sul piano del marketing comunicativo. Con richiami intergenerazionali, acchiappa consensi, che arrivano a grandi e piccini e lasciano presagire altri tipo di battaglie, sul piano politico. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *