Pasquale Vespa e gli insulti ad Azzolina, ministero Istruzione gli revoca incarico


Il ministero dell’Istruzione revocherà l’incarico a Pasquale Vespa. Con un post su Facebook ieri l’ex ministra Lucia Azzolina aveva sollevato il caso facendo presente che il docente sia “imputato in un procedimento penale per diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce gravi”. “Il ministro Patrizio Bianchi, pur riconoscendo l’autonomia dei Sottosegretari nella nomina del loro staff, alla luce di quanto emerso da notizie di stampa, ha chiesto al Sottosegretario Rossano Sasso di valutare attentamente e rapidamente l’opportunità della nomina del Professor Pasquale Vespa”, rende noto il ministero dell’Istruzione aggiungendo: “Il ministro ha quindi ricevuto dal Sottosegretario la disponibilità del Professor Vespa a sospendersi dal suo incarico, in attesa del chiarimento della sua posizione. Di conseguenza, il ministro ha dato mandato all’amministrazione di procedere alla revoca dell’incarico assegnato al Professor Vespa. Il ministro esprime inoltre la massima stima nei confronti dell’ex Ministra Lucia Azzolina. 

In un post su Facebook l’ex ministra Lucia Azzolina aveva scritto ieri: “Apprendo che il sottosegretario Rossano Sasso ha un nuovo collaboratore al Ministero dell’Istruzione. Si chiama Pasquale Vespa: è un docente imputato in un procedimento penale per diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce gravi”. “Pasquale Vespa – aveva sottolineato Azzolina – ha trascorso gli ultimi due anni della sua vita ad insultarmi pubblicamente, fomentare aggressioni verbali e allusioni sessuali. Minacciarmi di morte. Un cyberbullo, a tutti gli effetti. Ha provato a nascondere i contenuti rimuovendoli dalle proprie pagine, questo non gli ha impedito di essere imputato in un processo che inizierà a breve”. “Ma non è una questione di legalità. O, almeno, non solo. È una questione di opportunità e di civiltà”, aveva aggiunto l’ex ministra che oggi su Twitter ha scritto: “Sempre peggio: il sottosegretario Sasso, della Lega, dice di aver ricevuto la delega al contrasto del cyberbullismo. E cosa fa? Assume al Ministero un collaboratore imputato anche per condotte di cyberbullismo. Tutto bene? Sembra una barzelletta ma non fa ridere”.  

“La vicenda Vespa? Io penso alle cose concrete, mi devo confrontare su altre cose, penso alla riapertura della scuola”, aveva replicato il sottosegretario leghista Rossano Sasso interpellato dall’Adnkronos.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Cronaca Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.