Ostia, Spada libero dopo aver scontato pena per testata giornalista


Roberto Spada è uscito dal carcere di Tolmezzo dopo aver finito di scontare la condanna a sei anni per la testata al giornalista Daniele Piervincenzi. Sul clan di Ostia lo scorso gennaio la Cassazione ha confermato il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso, ma per Roberto, assolto lo scorso settembre nel processo di Appello bis per il duplice omicidio di due esponenti di un clan rivale, Giovanni Galleoni detto ‘Baficchio’ e Francesco Antonini detto ‘Sorcanera’, avvenuto nel 2011, la pena è stata rideterminata in 10 anni per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso. Per questo, nei confronti di Roberto Spada, che ha già scontato 5 anni di carcere a Tolmezzo, è definitiva la condanna per il 416bis ma non la quantificazione della pena, dal momento che è ancora ‘sub iudice’ la vicenda del duplice omicidio.  

A quanto si apprende la Procura generale di Roma ha subito impugnato al Riesame il diniego del provvedimento restrittivo cautelare e si appresta a impugnare in Cassazione anche l’assoluzione per il duplice omicidio del 2011.  

”Mi auguro che i botti e i fuochi d’artificio scuotano il cervello di quelle persone, facendo loro cambiare vita” dice all’Adnkronos il presidente del Municipio X Mario Falconi sul caso della festa a Ostia con fuochi d’artificio per l’uscita dal carcere del boss Roberto Spada. “Battute a parte, Ostia non è più il terreno di conquista della malavita come una volta. Le forze dell’ordine sono dirette da dirigenti di altissimo profilo professionale che stanno ottenendo grandi risultati, conto su di loro e sui i cittadini di Ostia”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Ultima ora