Orlando, ‘per stop infortuni sì a qualificazione imprese su temi sicurezza’


Intensificazione dei controlli “sia sotto il profilo della prevenzione, sia sotto il profilo del rispetto delle norme a tutela dei rapporti di lavoro” e varo del Durc di congruità, una procedura che, al fine di contrastare il fenomeno del lavoro irregolare, verifica “l’adeguatezza del costo del lavoro sostenuto nella realizzazione delle opere edili, sia pubbliche che private, e, nel caso contrario, invita le imprese ad attuare dei correttivi”. Sono alcune delle misure citate dal ministro del lavoro, Andrea Orlando, nel corso del question time alla Camera in tema di prevenzione degli infortuni. 

“In questo solco, occorre proseguire nell’opera di valorizzazione delle imprese sane attuando, in accordo con le parti sociali, quanto già previsto dall’articolo 27 del dlgs n. 81 del 2008, vale a dire un sistema di qualificazione delle imprese basato sul rispetto, tra gli altri, di requisiti connessi con la formazione e con le prescrizioni in materia di salute e sicurezza. Sarebbe opportuno inoltre collegare la concessione di benefici e misure agevolative, quali il Superbonus, al rispetto della regolarità contrattuale da parte delle imprese che eseguono i lavori”, conclude. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Economia Ultima ora