Organizzare una vacanza in Salento: consigli e suggerimenti


Sono davvero numerose le attività che è possibile svolgere durante una vacanza in Salento, anche in compagnia dei bambini. Per esempio, vale la pena di trovare il modo di ammirare le luci e i colori dell’alba a Santa Maria di Leuca o a Otranto; inoltre, un’altra esperienza che merita di essere provata è quella di dormire in una masseria, vale a dire una tipica antica dimora caratteristica delle campagne del Salento. E perché non cimentarsi in una escursione? La meta scelta potrebbe essere una grotta naturale fra le tante che arricchiscono la costa adriatica.

Che cosa fare in Salento?

La città di Lecce è un costante susseguirsi di meraviglie: ecco perché una passeggiata nel suo centro storico è una di quelle esperienze che non si dimenticano. Ma lo stesso si potrebbe dire anche per il centro di Gallipoli vecchia, per quello di Ostuni o per quello di Otranto. Qui, non si può rinunciare al piacere di cenare in un ristorante affacciato sul mare. E, sempre a proposito di mare, la costa ionica è la destinazione da privilegiare per una lunga giornata che si conclude con la visione del tramonto direttamente in spiaggia.

Prenotare una casa vacanze in Salento

Per prenotare un appartamento in affitto, si può consultare il sito web Spiaggesalentine.it, che propone numerose offerte e soluzioni per case vacanze Salento adatte a tutte le esigenze e per tutte le tasche. In questo portale si possono scoprire alloggi per coppie, singoli e comitive, nelle più importanti località balneari della Puglia, a prezzi sempre convenienti.

Un viaggio romantico

Il Salento può essere la destinazione da privilegiare anche per un viaggio romantico, complice la fantastica scenografia offerta dagli alberi di olivo, dai vigneti, dalla sabbia e, ovviamente, dal mare. Se a questo poi si aggiungono gli scorci pittoreschi dei centri storici dei paesi più piccoli, ecco che il quadro si può definire davvero completo. La costa ionica offre uno scenario da sogno tanto nelle ore diurne quanto in quelle serali. Il divertimento e la musica in spiaggia vengono garantiti, fra l’altro, dal Tabù a Porto Cesareo e dal Samsara a Gallipoli. Dopo le luci del tramonto, parecchi lidi si trasformano e diventano delle vere e proprie discoteche in spiaggia. A questo proposito, alcuni dei nomi più conosciuti sono quelli del Quartiere Latino e del RioBo. Chi non ama le discoteche ma si diverte a ballare può trovare delle ottime alternative nelle sagre e nelle feste all’aperto, ma anche nei concerti e nei locali arricchiti da dj set in spiaggia.

I parchi del Salento

Il Salento è anche una terra ricca di parchi. A Ostuni c’è Ciuchino Birichino – Ostuni Adventure Park, una delle strutture più conosciute e apprezzate di tutta la Puglia. Non è proprio in Salento, ma dista pochissimi chilometri, lo Zoo Safari di Fasano. A Cellino San Mark si possono scoprire le attrazioni di Carrisiland, mentre in quel di Gallipoli lo Splash propone giochi e piscine per grandi e piccini. Chi adora la natura può andare alla scoperta di una delle tante riserve naturali del territorio. Nei pressi di Lecce c’è il Bosco del Rauccio, mentre nel territorio comunale di Vernole la Riserva Naturale delle Cesine accoglie una fantastica spiaggia di sabbia. In questa rassegna non ci si può dimenticare delle fattorie didattiche, come La Fattoria a Otranto e San Biagio a Calimera.

Il Salento per i bambini

Come si sarà intuito, il Salento è una meta turistica anche a misura di bambino, soprattutto se si parla di spiagge affacciate sul versante dello Ionio. Si tratta di lidi attrezzati che garantiscono tutta la tranquillità che si possa desiderare e, soprattutto, i più elevati standard di sicurezza. Per quel che riguarda il versante adriatico, invece, vale la pena di scoprire il litorale dei Laghi Alimini, con sabbia impalpabile e fondali davvero bassi. Marina di Pescoluse e Torre Specchia Ruggeri sono due dei nomi di località da segnare in agenda, insieme con Porto Cesareo e Otranto. È evidente, dunque, che in Salento il divertimento è per tutte le età, anche grazie alle notti bianche e alle feste patronali che si susseguono da un paesino all’altro, ovviamente a ritmo di pizzica.

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Attualità Curiosità Turismo