Open House riparte a Roma con un ‘Battito urbano’


Ritorna a Roma Open House. Dopo lo stop forzato imposto dalla pandemia, il grande evento pubblico – e totalmente gratuito – che apre le porte di edifici storici, architetture contemporanee, luoghi di eccellenza della città riprende il 2 ed il 3 ottobre. Il tema scelto per l’edizione 2021 è “Battito urbano” a sottolineare il ritorno alla vita della città. “La città è un sistema organico, un corpo vivo, alimentato da una molteplicità di azioni concorrenti, che si dilata e ritrae, adattandosi ed evolvendosi” afferma il direttore di Open House Roma (Ohr) Davide Paterna. 

Paterna spiega che “questa edizione di Open House Roma è dedicata alla riconquista degli spazi urbani, delle relazioni interrotte, dei desideri assopiti. Nella scoperta dell’architettura inedita della città eterna, l’invito è a meravigliarsi di nuovo, a tornare partecipi di una realtà ancora da rivelarsi”. “Il programma di questa edizione prevede l’apertura di più di 200 siti tra passeggiate, visite a studi e case private, nuove architetture, o luoghi solitamente inaccessibili, che Open House Roma rende visitabili gratuitamente” annuncia Paterna. 

La responsabile del programma Laura Calderoni sottolinea che “l’impegno che ogni anno ci prendiamo con Open House Roma è ribadire quanto la città sia prima di tutto uno spazio collettivo, di condivisa conoscenza, e lo facciamo non solo celebrandone il patrimonio storico, ma permettendo l’esplorazione della città in divenire, contemporanea. Cerchiamo di costruire una sempre maggiore ‘consapevolezza’ urbana, stimolando l’esperienza diretta dell’architettura ed incoraggiando i cittadini a reclamare un ruolo centrale nella sua progettazione, nel suo sviluppo e nella sua cura”.  

Quest’anno per la prima volta le quattro città italiane del network internazionale – Torino, Milano, Roma e Napoli – presentano la rete Open House Italia lanciando l’edizione di aperture in 4 weekend consecutivi dal 18 settembre al 10 ottobre. “Open House 2021 nasce dal desiderio comune di dare un segnale forte di riapertura nel segno della condivisione e della conoscenza che costituiscono da sempre la filosofia di Open House, per stimolare l’esplorazione delle nostre città e confermare quanto lo spazio urbano sia il miglior luogo deputato al confronto e partecipazione per le comunità e i cittadini che quotidianamente lo abitano” affermano i quattro direttori di Open House Torino, Luca Ballarini, Milano, Maja Plata, Roma, Davide Paterna, e Napoli, Stefano Fedele .  

A legare le 4 manifestazioni é un inedito progetto editoriale “Trame Urbane” che vede protagonisti autrici e autori italiani in una narrazione autobiografica ed evocativa della città: il regista Marco Ponti racconta Torino, lo scrittore Marco Missiroli svela la sua Milano, il fotografo Francesco Zizola rivela il suo sguardo su Roma e con la scrittrice Valeria Parrella si scopre un inedito skyline di Napoli. Quest’anno alla sua IX Edizione Open House Roma, promosso dall’Associazione Open City Roma, è diventato un appuntamento “immancabile” per visitare luoghi abitualmente non accessibili: un fine settimana dedicato alla scoperta di siti straordinari eppure spesso sconosciuti di Roma. 

Il programma del 2021 – che richiede la prenotazione e il Green Pass per le visite guidate o gli eventi ma nessuna certificazione per i tour all’aperto – condurrà i visitatori tra luoghi inediti, tour cittadini, case private ed eventi che animeranno la città per l’intero weekend. Tra le novità di quest’anno, l’apertura speciale di architetture storiche come Casa delle Armi al Foro Italico di Luigi Moretti, il cinema Troisi recentemente restaurato, insieme a luoghi del contemporaneo come la nuova sede di Angelini dello studio Transit, la sede di Bnl a Tiburtina di 5+1AA, o il nuovo campus Universitario John Felice Rome Center di Ignazio Lo Manto.  

Numerose in questa edizione 2021 anche le aperture al pubblico delle case private – tra le tante ‘Casa in via Giulia’ all’interno di Palazzo Sacchetti di Massimo Adario, ‘House of Dust’ di Antonino Cardillo, e ‘La linea’ al Villaggio Olimpico di Martina Di Egidio – che sottolineano il piacere dei cittadini di aprirsi di nuovo alla città. 

L’edizione 2021 di Open House Roma é anche scandita da t
our nei quartieri della città – San Lorenzo, il quartiere della Vittoria, i Parioli tra ville e caserme, il Quadraro e i suoi muri – o nella città sotterranea con le cave di Villa De Sanctis a Centocelle e le grotte dello studio It’s a Casalbertone. Numerosi anche gli eventi come Voci dai Gazometri ad Ostiense, Portuense201&Floralism, o ancora Kaleidocity in zona Nomentana.  

La manifestazione infine comprende anche ’40X Roma al Microscopio’ presso la Fondazione Gimema – centro di ricerca scientifica e main partner della manifestazione – una inedita collettiva fotografica dedicata a Roma nel suo essere organismo vivente e in cui le fotografie saranno viste al microscopio.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Cultura Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *