Opel Rocks-e, la mobilità urbana a zero emissioni per tutti


Arriverà prima in Germania nel prossimo autunno e poi nel 2022 nel resto d’Europa la Rocks-e di Opel, un SUM (Sustainable Urban Mobility) che punta a dare nuove forme agli spostamenti cittadini, ovviamente a zero emissioni. Il design tradisce chiaramente la ‘parentela’ con la Citroën Ami ed ha l’ambizione di conquistare alle quattro ruote anche i più giovani: infatti, le regole nazionali in Germania permettono di guidare la Rocks-e a partire dai 15 anni con la patente di guida AM.  

Nessuna modifica – rispetto all’Ami – sul fronte motore, un elettrico da circa 8 CV alimentato da una batteria da 5,5 kWh che, utilizando il cavo da 3 metri in dotazione ‘nascosto’ nella portiera, si ricarica da una presa domestica in tre ore e mezza. L’autonomia è di circa 75 km, sufficiente per la maggior parte degli spostamenti urbani, grazie anche alla velocità massima (autolimitata) di 45 km/h, raggiungibile con un certo brio grazie al peso di appena 471 chilogrammi (compresa la batteria) mentre il raggio di sterzata di soli 7,20 m rende questa Rocks-e (lunga 2,41 metri e larga 1,39) una perfetta ‘creatura urbana’. 

Rispetto alla ‘cugina’ Citroen, poche le differenze nell’abitacolo e nei pannelli della carrozzeria: ma la’ dove la Citroën è caratterizzata da dettagli arancioni, la Opel propone finiture gialle e decalcomanie grigio scuro, che richiamano i colori tipici del brand tedesco. L’altezza è sufficiente anche per persone alte più di 1,90 m, mentre – come nella Ami – il vano bagagli (fino a 63 litri) è posto nel vano piedi lato passeggero. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Sostenibilità Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.