Offerte di lavoro in Italia, Piemonte e Lombardia le migliori


Roma, 22/12/2021 – Secondo le statistiche più recenti, le regioni italiane con più annunci di lavoro sono la Lombardia e il Piemonte. Del resto, la provincia di Milano si colloca al primo posto in questa classifica: le città che fanno parte del territorio, cioè, sono quelle in cui vengono pubblicate più richieste di lavoro giorno dopo giorno. 

Questi dati emergono da portali importanti, come Annuncilavoro360. Dalle informazioni raccolte, è chiaro anche che alcune mansioni sono più ricercate di altre: per esempio, spesso le aziende hanno bisogno di figure come l’operaio e l’autista. 

Per trovare un’occupazione, è necessario avere competenze abbastanza trasversali che ovviamente variano in base alla carriera scelta. È naturale che le abilità per un lavoro manuale siano diverse da quelle che deve possedere un impiegato; un altro discorso si applica alle soft skills, che non di rado sono comuni a tutte le categorie professionali – e quindi parliamo di capacità di adattamento, di gestione dello stress ecc. 

Ci sono piattaforme, come la suddetta annuncilavoro360.com, in cui è molto semplice individuare gli annunci più adeguati a ogni tipo di formazione. Prima di candidarsi per il colloquio, è essenziale preparare un buon curriculum e riflettere sulle conoscenze e sulle skills da mettere in evidenza. In generale, le aziende apprezzano i CV strutturati in modo semplice ed esaustivo, con tutti gli elementi fondamentali bene in risalto. 

Annunci di lavoro in Lombardia e Piemonte: qualche dato in più
 

Come già abbiamo sottolineato, le due regioni della nostra penisola con più offerte di lavoro sono la Lombardia e il Piemonte. In entrambe si cercano le seguenti figure: 

• operaio 

• impiegato 

• autista 

• magazziniere 

Non mancano annunci nel settore della logistica. Nel complesso, sono queste le mansioni più popolari attualmente: mansioni per cui, come titolo di studi, è sufficiente il diploma di maturità (magari con l’aggiunta di un corso di specializzazione per acquisire competenze più approfondite). 

Gli impieghi più ricercati in Piemonte e in Lombardia sono anche quelli più diffusi in tutta Italia: operaio, autista, impiegato, magazziniere e ingegnere. Questa è la top five, per così dire, delle professioni più gettonate nel Bel Paese. Queste informazioni sono ricavate dalle ultime indagini: sembra che il web pulluli di simili offerte, per quanto riguarda le regioni in oggetto. 

Anche se, in realtà, lo stesso vale per le altre regioni che occupano i primi posti dell’elenco: Veneto, Campania (dove ci sono anche molti annunci per contabilità e call center) ed Emilia-Romagna. 

Dalle regioni alle province
 

Leggermente diverso è il discorso relativo alle singole province, dove le statistiche subiscono delle variazioni. Basti pensare alla provincia di Milano: qui spiccano i campi dell’informatica e del marketing, per cui si richiedono un differente background culturale e anche un’altra tipologia di esperienza lavorativa. 

Questo è il dato che più balza all’occhio, poiché per il resto torniamo agli annunci classici: operaio, impiegato, magazziniere ecc. Idem per le città che, stando al riepilogo di annuncilavoro360, sono caratterizzate da un numero maggiore di offerte, da Cinisello Balsamo a Sesto San Giovanni fino a Bresso. 

Tipi di contratto e titoli di studio 

Apriamo un’altra parentesi, stavolta in merito ai contratti che vengono proposti e ai titoli di studio necessari. 

Sembra che, al giorno d’oggi, i contratti a tempo pieno si piazzino soltanto al terzo posto: al primo ci sono quelli part-time, in assoluto i più comuni nel mondo aziendale. In effetti, questi contratti hanno sia dei pro sia dei contro – la possibilità di avere più momenti liberi e di dedicarsi a un eventuale lavoro alternativo, così come lo stipendio più basso. 

E per quanto riguarda i titoli di studio? Già abbiamo detto in precedenza che quello più cercato è il diploma di maturità, la condizione essenziale per lavorare come operaio, autista o impiegato. Seguono la laurea, spesso fondamentale quando si parla di informatica e di marketing, e il master. 

I master sono veri e propri corsi di specializzazione, incentrati su argomenti specifici e in grado di trasmettere conoscenze e competenze minuziose. Sono post-lauream, nel senso che c’è bisogno almeno di una laurea di I livello per accedere a un master. A parte i master, per accrescere le abilità in un determinato ramo ci sono anche i corsi di formazione e di perfezionamento. 

Le soft skills
 

All’inizio abbiamo nominato le cosiddette soft skills. Queste, al contrario delle hard skills, non sono misurabili in maniera oggettiva: non ci riferiamo, cioè, all’utilizzo di un software particolare, a una lingua straniera e così via, bensì ad attitudini, doti comportamentali, capacità che non si apprendono sui libri ma che portano a svolgere meglio ogni lavoro. 

Per questo, quando si va a strutturare il curriculum per candidarsi a un annuncio professionale, è indispensabile evidenziare le soft skills. Per qualsiasi mansione sono basilari il problem solving, un’adatta gestione dello stress, la propensione al team work e la proattività (essere proattivi vuol dire prendere iniziative, e non subire troppo quelle altrui). 

Qualche altro consiglio per il CV
 

Soprattutto in regioni come la Lombardia e il Piemonte non sarà difficile trovare un annuncio di lavoro. Certo, ci sarà molta concorrenza poiché tante persone sono in cerca di un’occupazione: per questo motivo è importante curare nei dettagli il curriculum, per distinguersi dagli altri che mirano all’impiego. 

Le soft skills devono essere inserite in tutti i CV, mentre le hard skills e gli altri elementi variano a seconda della mansione. Per esempio, chi desidera essere assunto come operaio dovrà mettere in rilievo la specializzazione nell’uso di alcune macchine, l’abilità nella gestione degli imballaggi ecc. Gli aspiranti autisti riporteranno, nel curriculum, un’adeguata formazione professionale, magari la capacità di guidare più mezzi di trasporto e il possesso di diverse patenti (A, B, C, D…). 

Insomma, prima di elaborare il CV è necessario capire cosa sta cercando, esattamente, l’azienda che ha pubblicato l’annuncio di lavoro. È preferibile non aggiungere skills non coerenti con il posto, anche se si possiedono. Infine, il curriculum deve essere perfetto da un punto di vista lessicale, grammaticale e ortografico, nonché completo di foto e informazioni di contatto. 

Contatti
 

Sito web: https://www.annuncilavoro360.com/
 

e-mail: info@annuncilavoro360.com
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Immediapress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.