Obbligo vaccino, Casagrande (Unadis), “Siamo a favore, bene green pass”


“Siamo favorevoli all’obbligo del vaccino per legge perché garantisce sicurezza nei luoghi di lavoro”. E’ quanto afferma Barbara Casagrande, segretario generale Unadis (Unione Nazionale dei Dirigenti dello Stato) intervistata dall’Adnkronos in merito all’obbligo vaccinale chiesto a più riprese da Cgil Cisl e Uil. A maggior ragione Unadis conferma di essere a favore del green pass. 

“Sulla questione green pass ci siamo espressi sin da subito: siamo favorevoli all’obbligatorietà, per il rispetto di tutti”, sostiene la leader dei dirigenti dello Stato. “In questi giorni numerosi sono i controlli (anche a campione all’interno degli uffici, oltre che ai tornelli) del green pass” riferisce Casagrande in merito al green pass obbligatorio dal 15 ottobre per il rientro in ufficio dei dipendenti pubblici.  

Quanto allo smart working nella pubblica amministrazione per la numero uno di Unadis non va bene in alternativa al vaccino o al tampone, dunque al green pass. “Smart working e green pass non dovrebbero essere argomenti da affrontare insieme ma in questo momento crediamo sia giusto negare lo Smart working a chi non ha il green pass, perché i lavoratori sono tutti uguali e le regole devono valere per tutti”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *