Non si spegne guerra prezzi tlc, in 1 anno tariffe medie giù di 4,1% per mobile


I numeri parlano chiaro, il calo delle tariffe nelle Tlc continua e non è di poco conto. Tanto da non far spegnere affatto la guerra dei prezzi in corso da quasi due anni. Basti pensare che – anche se in maniera non uguale per tutti gli operatori – stando ad un’elaborazione dell’Adnkronos su dati rilevati da Sostariffe.it e Segugio.it, in un anno, fra ottobre 2020 e settembre 2021, le offerte di telefonia mobile hanno registrato una contrazione del 4,1% con una riduzione media a 10,43 euro mensili nel 2021 contro i 10,88 euro mensili delle tariffe 2020.  

Dati questi riferiti alle tariffe ricaricabili degli Mvno, gli operatori virtuali nel cui perimetro sono compresi PosteMobile, Fastweb o i secondi marchi di grandi player. E il cambio di passo non finisce qui. In un anno si è infatti registrato anche un calo medio della tariffa mensile degli operatori infrastrutturati – player come Tim, Vodafone, WindTre e Iliad – del 3,1% a 14,47 euro mensili contro i 14,93 euro mensili del 2020.  

E lo scenario sta destando in alcuni osservatori “preoccupazioni per i conti degli operatori di Tlc” a fronte, per molti di loro, dell’esigenza di “continui investimenti in innovazione, infrastrutture e in qualità” soprattutto, si fa osservare da fonti vicine al dossier, se si pensa “ai servizi messi in campo” dall’arrivo della pandemia di Covid-19.  

Guardando lo spaccato della tariffa media Mobile in Italia, la situazione non appare più così ‘in rosso’. L’analisi condotta sulle tariffe ricaricabili di operatori Mvno e Mno che includono Chiamate, Traffico dati e Sms gratis, comprese le principali tariffe win back, mostrano che a fronte di una offerta nel 2020 di 2.515 ‘minuti inclusi’ mensili, nel 2021 i ‘minuti inclusi’ mensili sono saliti a 2.720 con una variazione delle tariffe registrata in un anno del +8,2%. Dove invece erano inclusi gli Sms, si è passati da 1.651 messaggini compresi del 2020 a 1.825 Sms compresi del 2021 con una variazione della tariffa del +10,5%.  

Inoltre, dal 2020 al 2021 il vero balzo in avanti nelle variazioni delle tariffe é stato registrato nelle offerte con i Gb inclusi: si è passati infatti da 51,58 Gb mensili inclusi del 2020 a 71,64 Gb inclusi mensili del 2021 con un incremento sulla tariffa mensile del +38,9%. Meno variabile é stata la media delle Tariffe degli Operatori Mno, i Mobile Network Operator, ovvero gli operatori che hanno una rete di proprietà e che in Italia sono Tim, Vodafone, WindTre e Iliad. Il dettaglio dei dati rilevati negli ultimi 12 mesi riguarda dunque operatori che hanno una diffusione più ampia e, in questo contesto, per le tariffe ‘minuti inclusi’ mensili a fronte dei 2.827 minuti del 2020 si é passati ai 2.803 ‘minuti inclusi’ mensili del 2021 con una variazione dei prezzi pari a -0,8%.  

Infine, per le tariffe con Sms inclusi mensili si è passati da 1.794 a 1.910 con una variazione della tariffa media operatori Mno pari a +6,5%; nelle offerte con Gb inclusi mensili si è passati dai 68,00 Gb mensili del 2020 agli 81,03 Gb mensili inclusi con una variazione della tariffa nello stesso periodo di +19,2%. I numeri mostrano “uno spaccato dei prezzi” ma la guerra “non sembra combattersi solo sulle tariffe”. Il mercato delle Tlc “da due anni mostra variazioni ed é fra i pochi a modificarsi così velocemente” e il territorio delle contesa, “la vera guerra”, secondo i ben informati, si mostra “più spostata sia sulle promozioni che sul traffico dati”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Economia Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.