Neuromed, porte aperte per la ‘Notte Europea dei Ricercatori’


Durante l’edizione 2022 della ‘Notte Europea dei Ricercatori’ (29-30 settembre), che apre il dialogo con i cittadini sulle meraviglie della tecnologia per la salute, verrà presentata anche la Piattaforma di imaging digitale multimodale (Dimp) inserita nel Dipartimento di innovazione in ingegneria e fisica di Neuromed, l’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di Pozzilli (Isernia), nodo dell’infrastruttura di ricerca europea ‘Euro-BioImaging’. La piattaforma – spiega una nota dell’Irccs – mette a disposizione un complesso di tecnologie, sistemi e conoscenze aperto a tutti i ricercatori nazionali ed esteri che vogliano condurre ricerche in ambito preclinico, clinico e di popolazione. 

Oltre al simposio internazionale ‘Imaging life, discovering the future’ (Immaginare la vita, scoprire il futuro), l’evento aprirà ai cittadini le porte dei laboratori dell’Irccs – punto di riferimento a livello italiano e internazionale per la ricerca e la terapia nel campo delle malattie che colpiscono il sistema nervoso – per favorire una migliore comprensione delle strutture e delle tecnologie come Pet, Tc e risonanza magnetica e microscopia avanzata: macchine complesse, che usano principi fisici nati dalla grande rivoluzione quantistica. 

Giovedì 29, a partire dalle 9.30, in una diretta su Youtube e Facebook, i ricercatori Neuromed saranno a disposizione degli studenti di decine di scuole per una visita virtuale del centro di Pozzilli; telecamere mobili entreranno nei laboratori dove i ricercatori esporranno i loro studi, le loro carriere, le loro ambizioni.  

Venerdì 30, alle 16.30, durante il simposio di esperti sulla diagnostica per immagini digitale, ci sarà la presentazione ufficiale della piattaforma Dimp; in questa occasione il Neuromed ospiterà Jahn Eriksson, direttore della Esfri Euro-BioImaging, insieme a Linda Chaabane, responsabile dell’area biomedica, unitamente a esponenti del mondo scientifico, delle università e delle istituzioni, riuniti per una discussione sulle applicazioni e sul futuro delle nuove tecnologie di imaging. Al simposio interverranno inoltre Maria Novella Luciani, della direzione generale Ricerca del ministero della Salute; Raffaele Lodi, presidente del Network degli Irccs delle neuroscienze; Luca Brunese, rettore dell’Università del Molise; Giuseppe Colpani, direttore generale del Consiglio nazionale delle ricerche; Francesco Ciardiello, del segretariato tecnico del ministero dell’Università e della Ricerca; Gianluigi Consol, direttore generale per l’internazionalizzazione e comunicazione. Chairman dell’incontro è Nicola D’Ascenzo, direttore scientifico dell’Euro-BioImaging Dim. A salutare i presenti il presidente dell’Irccs Neuromed, Giovanni de Gaetano; il presidente della Fondazione, Mario Pietracupa, e il direttore scientifico, Luigi Frati. 

Alle 18.30, infine, è prevista la tradizionale apertura al pubblico dei laboratori. I ricercatori Neuromed presenteranno, grazie a una serie di attività da loro curate, lo stato di avanzamento delle ricerche. Dalle più avanzate indagini sui meccanismi del cervello, alle applicazioni in medicina dell’intelligenza artificiale, dal ruolo delle biobanche, alle nuove prospettive terapeutiche che si stanno aprendo in campo neurologico. Tornerà anche il PubMed.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Ultima ora