Cultura Spettacolo

Napoli: come una ballerina è balzata dalla strada al teatro


Miriam ha solo otto anni, ma la sua forte passione per la danza e la sua caparbietà nel credere nella sua passione, l’hanno fatta arrivare sino al notissimoTeatro San Carlo di Napoli, dove le è stata offerta una ricca borsa di studio.

Napoli ha così anche lei il suo Billy Eliott

Miriam, otto anni, ha incantato per mesi i passanti nella Galleria Umberto di Napoli, perché la scuola di danza che frequentava era chiusa a causa del Covid-19. Fu allora in questa magnifica location, circondata da negozi eleganti, sullo spettacolare pavimento marmoreo che Miriam ha continuato a svolgere la sua grande passione artistica, anche per essere vicino a suo padre, perché il papà è il portiere di uno dei bellissimi palazzi della Galleria.

Una silhouette snella e fluida, viso angelico, coperto da una mascherina sanitaria multicolore, capelli castani acconciati in una crocchia stretta, mani guantate per igiene e piedi calzati in scarpe da ginnastica, la ragazzina impressiona positivamente con le sue coreografie tutti i passanti.


Alcuni maestri di danza classica la notano e le consigliano di iscriversi all’Accademia del Teatro San Carlo. Purtroppo per Miriam, appartenente ad una modesta famiglia napoletana, le quote di iscrizione sono troppo alte, inaccessibili, quindi un’utopia frequentare quella celebre ed esclusiva “scuola di danza”.

Per fortuna, Stéphane Lissner, recentemente nominato soprintendente del prestigioso Teatro San Carlo, ha notato anche lui l’abilità di Miriam e le ha offerto una borsa di studio. La porta dei sogni si è finalmente aperta per Miriam, la giovanissima ballerina di otto anni, diventata un simbolo di forza e speranza per tutti in questo nonostante questo triste periodo.

La maggior parte delle cose importanti nel mondo sono state compiute da persone che hanno continuato a provare quando sembrava che non ci fosse alcuna speranza.” (Dale Carnegie)


Congratulazioni Miriam!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *