Mons. Soddu, Vescovo di Terni, alla cerimonia di chiusura della mostra Economia Fraterna presso il PalaSì!



Terni, 11 aprile 2022 – Si è svolta sabato 9 aprile presso gli spazi del PalaSì! di Terni la cerimonia di chiusura della mostra Economia Fraterna inaugurata il 19 marzo scorso. Un prezioso parterre di interventi che ha visto tra gli altri la partecipazione di Mons. Soddu, Vescovo di Terni, Narni e Amelia. 

A introdurre il tavolo di confronto Sauro Pellerucci, Presidente di Pagine Sì! SpA, che ha sottolineato alcuni concetti espressi nel convegno L’Economia Sostenibile in apertura della mostra: una “buona economia” deve essere sempre sostenibile e fraterna e si attua grazie al contributo di tutti i soggetti partecipanti all’impresa, preziosi compagni di viaggio: i collaboratori, i fornitori, i dipendenti e molti altri. Un’impresa sostenibile, ha affermato Pellerucci, non può prescindere da quattro punti cardini che occorre sempre tenere a riferimento nel proprio percorso imprenditoriale: la resilienza, l’inclusività, la generatività e infine l’etica, cioè il desiderio di cimentarsi in business la cui affermazione permette un miglioramento della società.  

Nel suo intervento il Vescovo di Terni, Mons. Soddu, ha espresso il proprio apprezzamento per la proiezione del cortometraggio Cantico Economico, di Giampiero Pizzol, che indaga il rapporto tra uomo e denaro: un argomento sensibile che proprio per la natura della sua riflessione dovrebbe essere proiettato anche nelle scuole medie superiori e nelle università, in particolare presso la facoltà di Economia. A proposito della distinzione tra carità ed elemosina, Mons. Soddu ha poi ricordato l’esperienza dirigenziale a livello nazionale nella Caritas Italiana e ha fatto partecipe il pubblico uditore di un momento vissuto in terra irachena, quando, dialogando con il vescovo di Mosul, città martire della guerra, si è sentito dire da quest’ultimo “che la comunità internazionale di fronte ad eventi tragici si gira dall’altra parte, essendo avvolta da interessi finanziari”. 

Il convegno ha inoltre visto la partecipazione di Oreste Bazzicchi, docente di Filosopia Sociale ed Economica alla Pontificia Facoltà Teologica S. Bonaventura di Roma, che nel suo intervento ha sottolineato come dal pensiero francescano sia nata la necessità di coniugare un’economia sociale con la realizzazione dei Monti di Pietà. E proprio sull’esperienza francescana si è incentrata la riflessione di Fra Felice Autieri, del Sacro Convento di Assisi, attraverso il ritratto di un grande frate francescano ternano, Fra Barnaba Manassei, il quale applicò le intuizioni di San Bernardino da Feltre sui Monti di Pietà, facendoli diventare strumenti per il decollo dell’economia.  

Sulla necessità di supportare gli imprenditori nei momenti di difficoltà si è sviluppata la riflessione di Fabio Bonanni dell’Associazione San Giuseppe Imprenditore che, tramite l’istituzione del Telefono Arancione, ascolta e dialoga ogni giorno con tutti quegli imprenditori che nei momenti difficili si ritrovano a vivere una condizione di isolamento che affligge non solo la sfera economica ma anche quella familiare. 

In chiusura lavori il presidente Pellerucci ha riconosciuto più volte il prezioso contributo dell’Associazione San Giuseppe Imprenditore che, partecipe dell’essenza del solidarismo cattolico, si fa carico di ogni problema che coinvolge l’imprenditore per risollevarlo dalle proprie difficoltà aiutandolo a riprendere il proprio percorso. 

Contatti: https://www.palasi.it/
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Immediapress