M5s, Mannheimer: “un partito di Conte non supererà il 10%, si prospetta male”


L’ipotesi di un partito di Giuseppe Conte “si prospetta male. Conte si è innamorato della politica e adesso approfittando della sua popolarità ha voglia di restarci provando a fare un suo partito. Ma fare un partito proprio, in un’area di centro sinistra affollatissima è molto difficile tanto più che mancano due anni alle elezioni e che conservare la popolarità di adesso senza una struttura, ma solo attraverso i parlamentari grillini più affezionati alle istituzioni, è molto difficile”. Lo dice all’Adnkronos il sondaggista Renato Mannheimer ed afferma: “Io non credo che un partito di Conte possa superare il 10%”.  

“Sarà un disastro elettorale – prosegue – perché lo scenario è molto intasato e Conte non ha un vero programma. Non è un politico esperto e qualificato. In questo Grillo ha ragione”. Per il resto, “hanno torto entrambi perché non hanno a cuore l’interesse del Paese e sono pertanto destinati ad una fine ingloriosa”.  

Secondo il sondaggista, “Grillo non riuscirà più a costruire un movimento che ha deluso i suoi elettori. I voti al M5s sono dimezzati ed anche se c’è uno spazio per un movimento di protesta non sarà lui a poterlo conquistare”. Per quanto riguarda Conte, il riscontro sarà positivo nel breve periodo, “da qui alle elezioni. Ma non prevedo – conclude – successo elettorale, né nulla di paragonabile al trascorso trionfo dei grillini”. (di Roberta Lanzara) 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *