M5S, Conte: “Sconcertato da parole Draghi contro me”


Il leader del M5S Giuseppe Conte interviene a proposito delle parole, riportate da Grillo, ovvero di un Draghi che lo vorrebbe fuori dalla guida del Movimento. “Trovo semplicemente grave, che un premier tecnico, che ha avuto da noi sin dall’inizio l’investitura per formare un governo di unità nazionale, si intrometta nella vita di forze politiche che lo sostengono peraltro” dice Conte. “Grillo mi aveva riferito di queste telefonate, noi siamo una comunità e lavoriamo insieme, quindi ero stato informato” spiega.  

“Vorrei ricordare che noi sin qui abbiamo sempre sostenuto il governo con lealtà e correttezza, non nascondendo i passaggi difficili che ci procurano sofferenza. Sono rimasto sconcertato sinceramente” sottolinea.  

LA SMENTITA DI PALAZZO CHIGI: il presidente del Consiglio, Mario Draghi non ha mai detto o chiesto a Beppe Grillo di rimuovere Giuseppe Conte dal M5S. Lo sottolineano fonti di Palazzo Chigi.  

RIUNIONE SALTATA – A quanto apprende l’Adnkronos non c’è stata la riunione tra Beppe Grillo e la delegazione M5S al governo, fissata in un primo tempo per il pomeriggio di oggi. Un esponente di governo in quota Cinque stelle sostiene che dietro la decisione ci sarebbe soltanto la stanchezza del garante, alle prese con una girandola di incontri da due giorni. “Grillo è affaticato -afferma la fonte- soltanto questo”.
 

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Politica Ultima ora